Sorpresa Veneto Banca: hanno vinto i soci

6 Maggio 2016, di Alessandra Caparello

TREVISO (WSI) – L’aria è tesa e alla fine il ribaltone c’è stato: l’assemblea di Veneto Banca a sorpresa ha eletto il nuovo Cda dell’istituto presieduto dal nuovo presidente, Stefano Ambrosini.

La lista dei soci ha ottenuto il 57,9% dei voti, mentre quella guidata dal presidente uscente, Pierluigi Bolla si è fermata a quota 37,2%. Ma Bolla entra comunque in Cda come minoranza, insieme all’attuale amministratore delegato Cristiano Carrus, che ha ottenuto il 37,1%

Accanto al nuovo presidente Ambrosini, nella lista vincente figurano i nomi di Carlotta De Franceschi, Matteo Cavalcante, Gianni Schiavon, Roberto Nevoni, Dino Crivellari, Maria Cristina Bertellini, Laura Dalla Vecchia, Aldo Locatelli, Debora Cremasco, Fabio Bassan. Pochi istanti dopo la proclamazione dell’esito del voto assembleare sul nuovo cda a prendere la parola è stato il nuovo presidente Stefano Ambrosini, invitato a parlare dal presidente uscente Pierluigi Bolla.

“Siamo vigilati speciali dalle autorità di Vigilanza e quindi veramente da domani bisogna cominciare a costruire un percorso che rassicuri i mercati e sia in piena compliance con le indicazioni delle autorità di Vigilanza”.

Ambrosini ha così manifestato la volontà di lavorare fin da subito per il bene della banca tentano di arginare i danni e le perdite subite.

“Abbiamo intenzione di tenere il primo cda di insediamento già stasera. Ci rimbocchiamo le maniche, cerchiamo di generare meno perdite di quante fatte nel primo trimestre del 2016, che non sono pochissime”.

Il nuovo presidente infine ha confermato che il nuovo Cda non avrà un amministratore delegato.

“I poteri dell’Ad verranno traslati sul direttore generale plenipotenziario. Non vedo problemi della governance sotto questo aspetto”.