Se sei italiano, dovresti trasferirti in Thailandia

17 Luglio 2013, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Un giovane su due non trova lavoro. La disoccupazione riguarda un italiano su otto. Il problema è grave e riguarda anche Grecia, Spagna e Portogallo. Tutti paesi del Mediterraneo un tempo famosi per la gioia di vivere e il bel tempo.

Ma se cercate un clima mite, buon cibo, mare, un ambiente accogliente, ma sopratutto un lavoro, allora è la Thailandia il paese per voi.

A un livello inferiore all’1%, il tasso di disoccupazione è bassissimo rispetto alla media mondiale. Da noi i livelli sono al 12,2% e l’Ocse prevede che il tasso salga al 12,5% nel 2014.

Anche se la qualità dei posti di lavoro rischia di essere più bassa di quella a cui è abituata la classe media italiana, per chi ha perso il lavoro vale la pena tentare la fortuna.

In particolare chi è giovane e disoccupato, a prescindere da quanto sia qualificato, dovrebbe incominciare a guardare i prezzi dei voli per Bangkok.

Il paese del sudest asiatico famoso per le sue spiaggie da sogno batte anche Svizzera, Malaysia, Singapore e Norvegia (altri paesi nella top 5) nell’offerta di posti di lavoro.