Scatta ora Apple Watch anche in Italia: ma in pochi faranno la fila

4 Giugno 2015, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Finora – a parte i primi giorni di vendite forsennate in Usa – ha deluso. L’Apple Watch ora è chiamato al test italiano. È infatti partito ufficialmente il conto alla rovescia per lo sbarco nel nostro paese dell’orologio multimediale con touch screen.

Lo ha annunciato in una nota la casa californiana, specificando che la data ufficiale per la commercializzazione in Italia nel nuovo gadget della Mela morsicata è stata fissata a enerdì 26 giugno. L’impressione però è che saranno in pochi a fare la fila dalle prime ore dell’alba come di solito avviene per i pezzi più pregiati della collezione Apple.

Nello stesso giorno, l’Apple Watch arriverà anche in altri sei paesi del mondo, tra cui Messico, Singapore, Corea del Sud, Spagna, Svizzera e Taiwan. Il dispositivo sarà acquistabile sull’Apple Online Store (www.apple.com), presso gli Apple Store e alcuni rivenditori autorizzati.

Disponibile in tre collezioni – Apple Watch Sport, Apple Watch e Apple Watch Edition, quest’ultima realizzata in speciali leghe d`oro rosa o giallo 18 carati – il nuovo oggetto dei desideri degli appassionati di Apple richiede, per sfruttarne tutte le potenzialità, il possesso di un iPhone 5 o 6.

A proposito dei primi due mesi di vendita dell’orologio della Apple, il vicepresidente Jeff Williams parla, sempre nella stessa nota, afferma che “la risposta degli utenti all’Apple Watch ha superato le nostre aspettative”. Williams ha aggiunto che “siamo lieti di poterlo offrire ad un numero ancora maggiore di clienti nel mondo”.

“Stiamo inoltre compiendo eccellenti progressi con gli ordini Apple Watch già ricevuti e ringraziamo i nostri clienti per la pazienza. Tutti gli ordini inoltrati nel mese di maggio, fatta eccezione unicamente per il modello con cassa in acciaio inossidabile nero siderale da 42 mm con bracciale a maglie nero siderale, saranno spediti entro due settimane. E sempre fra due settimane inizieremo a vendere alcuni modelli nei nostri Apple Store”. (mt)