Samsung: sgambetto a Apple, acquista 3% di Sharp

6 Marzo 2013, di Redazione Wall Street Italia

TOKYO (WSI)– Un’alleanza tra rivali nel settore della tecnologia: la sudcoreana Samsung entra nel capitale della giapponese Sharp, con un accordo che prevede l’acquisto di azioni di nuova emissione per 10,4 miliardi di yen (83 milioni di euro circa), circa 3% del capitale della società.

Un primo passo, che dovrebbe essere seguito da accordi per la fornitura di schermi LCD da parte della società nipponica. Il produttore di tablet e smartphone diventa così più grande investitore straniero del gruppo giapponese.

Per gli analisti, l’accordo rappresenta una boccata d’ossigeno che, tuttavia, non risolverà i problemi di Sharp, costretta a tagliare 5mila posti di lavoro dopo l’annuncio di perdite raddoppiate a 4,6 miliardi di dollari negli ultimi nove mesi del 2012.

Alla fine dello scorso anno, anche il gigante statunitense dei semiconduttori Qualcomm aveva acquistato una partecipazione in Sharp. Nel settore di recente si sono moltiplicate le alleanze come quelle fra Sony e Panasonic per lo sviluppo della tecnologia di schermi tv Oled.