Rublo digitale: la Banca centrale russa prosegue i test, a cosa servirà

22 Aprile 2022, di Gianmarco Carriol

La Banca centrale russa avvierà i test pilota nell’economia reale con una CBDC il prossimo anno, il rublo digitale, come annunciato dal governatore dell’istituto centrale, Elvira Nabiulina durante la sua apparizione alla Duma di Stato, ha riferito l’agenzia EFE.

“Abbiamo creato rapidamente un prototipo del rublo digitale, ora lo stiamo testando con le banche”, ha affermato il funzionario.

Nabiulina ha assicurato che nel 2023 la banca testerà gradualmente la valuta digitale in una fase pilota. Attualmente, cinque banche russe stanno partecipando a questi test corrispondenti alla seconda fase del progetto. Si prevede che altre sette si uniranno al processo nei prossimi mesi, ha spiegato Nabiulina ai parlamentari russi. La prima fase di test è stata completata a dicembre 2021.

Nello specifico, gli intermediari finanziari russi coinvolti nel progetto, insieme alla Banca Centrale, stanno testando l’emissione del rublo digitale. Allo stesso modo, l’apertura di portafogli digitali e trasferimenti di denaro digitali tra utenti.

Il numero uno della banca centrale di Mocca ha poi tenuto a sottolineare che il rublo digitale non è una criptovaluta ma un CBDC, sostenuto dalla Banca Centrale. Ha indicato che oltre ad essere utilizzato per effettuare pagamenti internazionali, renderà le transazioni più economiche per i consumatori.

Il primo annuncio sui piani per l’emissione della valuta virtuale della banca centrale russa è stato fatto a metà dello ottobre scorso.

Massima priorità per il rublo digitale

L’emissione del rublo digitale non intende sostituire il rublo in contanti o l’attuale moneta elettronica, quindi entrambi i tipi di denaro saranno complementari. Gli utenti potranno acquistare e vendere con la nuova valuta digitale tramite portafogli digitali.

Le operazioni commerciali con la CBDC per il pagamento di beni e servizi potranno essere effettuate dagli utenti russi tramite telefoni cellulari, PC e altri dispositivi elettronici con e senza connessione a Internet.

D’altra parte, la prima vicepresidente della Banca di Russia, Olga Skorobogatova, ha affermato questa settimana che si tratta di un progetto prioritario per lo stato russo e ha assicurato che non ci saranno più ritardi per i successivi test con la valuta prototipo.