Dollaro digitale (CBDC): la Casa Bianca dà il via libera alla criptovaluta di stato

9 Marzo 2022, di Gianmarco Carriol

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha firmato un ordine esecutivo che richiede al governo di valutare i rischi e i benefici della creazione di un dollaro digitale della banca centrale (CBDC), nonché altri problemi legati alle criptovalute. L’ordine di Biden richiederà al Dipartimento del Tesoro, al Dipartimento del Commercio e ad altre agenzie chiave di preparare rapporti sul “futuro del denaro” e sul ruolo che svolgeranno le criptovalute.

Valuta digitale della banca centrale (CBDC)

Un’ampia supervisione del mercato delle criptovalute, che ha superato i 3 trilioni di dollari a novembre, è essenziale per garantire la sicurezza nazionale, la stabilità finanziaria e la competitività degli Stati Uniti e scongiurare la crescente minaccia della criminalità informatica, hanno affermato i funzionari dell’amministrazione.

Gli analisti vedono il tanto atteso ordine esecutivo come un netto riconoscimento della crescente importanza delle criptovalute come Bitcoin e delle loro potenziali conseguenze per gli Stati Uniti e i sistemi finanziari globali.

“La crescita delle criptovalute è stata esplosiva” ha affermato Daleep Singh, vice consigliere per la sicurezza nazionale per l’economia, in un’intervista alla CNN.

L’ordine esecutivo fa parte di uno sforzo per promuovere l’innovazione responsabile, ma attenua il rischio per consumatori, investitori e imprese, hanno affermato in una nota Brian Deese, direttore del Consiglio economico nazionale e Jake Sullivan, consigliere per la sicurezza nazionale della Casa Bianca.

“Abbiamo gli occhi chiari sul fatto che “l’innovazione finanziaria” del passato troppo spesso non ha giovato alle famiglie lavoratrici, esacerbando la disuguaglianza e aumentando il rischio finanziario sistemico”.

Una delle misure chiave dell’ordine governativo è valutare l’infrastruttura tecnologica necessaria per una potenziale valuta digitale della banca centrale statunitense (CBDC), una versione elettronica delle banconote.

A gennaio, la Federal Reserve ha sollevato la questione se gli Stati Uniti dovessero perseguire un dollaro digitale al Congresso, portando gli analisti a prevedere che un progetto del genere richiederebbe anni.

Ma un funzionario dell’amministrazione ha affermato che gli Stati Uniti andranno avanti con lo sviluppo di un dollaro digitale, anche se con cautela dato il ruolo del dollaro come valuta di riserva primaria del mondo.

“Dobbiamo essere molto, molto ponderati su questa analisi perché le implicazioni del nostro movimento in questa direzione sono profonde per il paese che emette la valuta di riserva primaria del mondo” ha affermato il funzionario.

L’ordine incoraggia anche la Federal Reserve a continuare gli sforzi di ricerca e sviluppo. Nove paesi hanno lanciato valute digitali della banca centrale e altri 16, inclusa la Cina, hanno iniziato lo sviluppo di tali risorse digitali, secondo il Consiglio Atlantico, portando alcuni a Washington a temere che il dollaro potrebbe perdere parte del suo dominio sulla Cina.

Il dollaro continuerà ad essere la principale valuta rifugio

Il dollaro USA rimane sostenuto da fondamentali chiave, tra cui l’impegno per la trasparenza, lo stato di diritto e la piena indipendenza della Federal Reserve, ha affermato il funzionario.

“Il ruolo del dollaro è stato e continuerà ad essere cruciale per la stabilità del sistema monetario internazionale nel suo insieme. Le valute digitali delle banche centrali straniere e la loro introduzione di per sé non minacciano questo dominio”.

Gli Stati Uniti monitoreranno gli sviluppi con l’obiettivo di mantenere la centralità del dollaro nell’economia globale, ha affermato la Casa Bianca.

Inoltre, l’ordine chiede alle agenzie, tra cui la Securities and Exchange Commission e il Consumer Financial Protection Bureau, di esaminare altre questioni sollevate dalle criptovalute, tra cui il rischio sistemico e la protezione dei consumatori.

Uno degli obiettivi chiave è rimediare alle inefficienze nell’attuale sistema di pagamenti degli Stati Uniti e aumentare l’inclusione finanziaria, in particolare degli americani poveri, circa il 5% dei quali attualmente non ha conti bancari a causa delle commissioni elevate, ha affermato un funzionario.

Bitcoin è salito quest’oggi registrando una crescita al momento della stesura dell’8,65%.