Risiko bancario scuote Piazza Affari, unica in positivo in Europa

18 Febbraio 2020, di Alessandra Caparello

Un vero e proprio colpo di scena nel risiko bancario si è consumato nella tarda serata di ieri con la maxi offerta di Intesa Sanpaolo su Ubi Banca. Nel dettaglio l’operazione prevede che Intesa offrirà 17 sue azioni ogni 10 azioni di Ubi Banca. Sulla base del prezzo ufficiale delle azioni  alla chiusura del 14 febbraio 2020 l’offerta incorpora un premio del 27,6%.

La maxi offerta di Intesa su Ubi

Le azioni di Intesa Sanpaolo offerte quale corrispettivo saranno emesse grazie a un aumento di capitale riservato agli aderenti all’Offerta. L’obiettivo dell’offerta di Intesa San Paolo è acquisire l’intero capitale sociale di Ubi Banca e conseguire la revoca delle relative azioni dalla quotazione da Piazza Affari.

Ma l’operazione di integrazione tra Intesa Sanpaolo con Ubi Banca decisa dall’a.d. Carlo Messina scuote l’intero sistema bancario italiano tanto che stamani BPER ha reso noto di aver sottoscritto con Intesa  un contratto con il quale prevede, in caso di perfezionamento dell’offerta pubblica di scambio volontaria totalitaria promossa dalla stessa Intesa Sanpaolo sul capitale sociale di UBI Banca, di acquisire un ramo d’azienda composto da circa 1,2 milioni di clienti distribuiti su 400/500 filiali bancarie, ubicate in prevalenza nel nord Italia, e da attività, passività e rapporti giuridici ad essi riferibili.

I titoli bancari a Piazza Affari

Un’operazione che mette il turbo a Piazza Affari con il Ftse Mib che in avvio sale dell’1 per cento, unica in positivo in Europa  Sul listino milanese è tutto il comparto bancario ad essere trinato dal risiko bancario che vede protagoniste Ubi banca, Intesa Sanpaolo e Bper.

Nello specifico Ubi banca vola al momento fino a + 24,55%, superando il prezzo dell’offerta, mentre Intesa Sanpaolo sale a +1,65% In calo invece Bper che al momento segna una flessione del 5,79%.

Vola anche Banco Bpm segnando +5,43% mentre UnipolSai, che in questa complessa operazione avrà un ruolo, con l’acquisto dei business assicurativi di UBI, segna un rialzo dello 0,08% .