Reddito di cittadinanza, quanto è costato all’Italia?

25 Gennaio 2023, di Pierpaolo Molinengo

I numeri relativi al reddito di cittadinanza lasciano senza parole. Nel corso del 2022, in Italia, sono stati spesi (complessivamente anche con la pensione di cittadinanza) qualcosa come 7,99 miliardi di euro. L’assegno medio mensile è pari a 549 euro e a percepirlo sono un milione e 700mila famiglie. A beneficiare del sussidio pentastellato sono 3,7 milioni di persone. Nel corso di questi tre anni, il numero di percettori del reddito di cittadinanza hanno continuano a crescere, eccetto che nel 2022.

I numeri dei percettori del reddito di cittadinanza, nel 2022, sono diminuiti leggermente rispetto al 2021, quando gli aventi diritto erano circa 4 milioni di individui, per un totale di 1,8 famiglie. Nel tempo, invece, è cresciuto l’importo medio che viene erogato: 11%, si è passati da un assegno medio di 492 euro del 2019 ai 546 euro del 2022. Gli importi maggiori sono erogati nel sud Italia e nelle isole, che percepiscono mediamente 100 euro in più rispetto al nord Italia. Tra la pensione di cittadinanza e il reddito di cittadinanza, invece, il differenziale è pari a 300 euro al mese.

Reddito di cittadinanza, i dati di dicembre 2022

Nel corso del mese di dicembre 2022, sono state 1,05 milioni le famiglie che hanno ricevuto il reddito di cittadinanza. Quelle che, invece, hanno percepito la pensione di cittadinanza sono state 123mila. Stiamo parlando di un totale di 2,48 milioni di persone che complessivamente hanno ricevuto i due sussidi. Mediamente gli importi degli assegni sono stati pari a 549 euro. Entrando un po’ più nel dettaglio, per il reddito di cittadinanza l’importo medio è pari a 580 euro, mentre quello della pensione di cittadinanza è stato pari a 291 euro.

I due sussidi sono stati percepiti, complessivamente, da 1,17 milioni di nuclei familiari. Tra questi ci sono 2,20 milioni di cittadini italiani, 201 mila cittadini extra comunitari con permesso di soggiorno. 84 mila persone sono cittadini europei, mentre 3600 familiari appartengono sono titolari di una protezione internazionale.

I numeri del sussidio

Andando ad analizzare più nel dettaglio i dati contenuti all’interno del comunicato stampa Inps, si scopre che nel corso del 2022, sono stati 1,69 milioni i nuclei familiari che hanno percepito almeno una mensilità del reddito di cittadinanza. Complessivamente il sussidio, insieme alla pensione di cittadinanza, ha interessato 3,66 milioni di persone.

La prevalenza dei beneficiari è residente al Sud e nelle isole, dove i percettori dei due sussidi hanno raggiunto quota 1,7 milioni, mentre nel nord del paese hanno ricevuto il sussidio 425mila persone e 327mila sono quelle che vivono al centro.

Stando ai dati in possesso dell’Inps, le famiglie con minori sono 367 mila. Hanno percepito un sussidio medio pari a 679 euro, con picchi di 739 euro per i nuclei composti da cinque persone e 593 euro per nuclei di due persone. I nuclei familiari con disabili sono circa 204 mila, per un totale di 456 mila persone coinvolte.

Nel corso del 2019 hanno percepito almeno una mensilità di reddito o pensione di cittadinanza 2,7 milioni di persone, ossia 1,1 nuclei familiari. Nel corso del 2020 le persone sono aumentate a 3,7 milioni, mentre le famiglie sono passate a 1,6 milioni. Numeri in crescita anche nel 2021, quando il numero dei percettori ha toccato quota 4 milioni di persone. Nel 2022 si è registrato, invece, un calo: 3,7 milioni di beneficiari (1,7 milioni di famiglie).