Ray Dalio, rischiamo guerre civili e globali per colpa del denaro facile

16 Giugno 2022, di Alessandra Caparello

Quando i governi e le banche centrali aumentano il potere d’acquisto della gente creando molto debito e denaro, ciò non aumenta la produttività e crea obblighi finanziari per il futuro che portano alla recessione oppure all’inflazione. Così Ray Dalio, uno dei più grandi investitori di sempre, fondatore di Bridgewater Associates, in occasione dell’uscita in Italia del suo libro “Il nuovo ordine mondiale”.

I rischi del denaro facile

In un’intervista a Repubblica, Dalio ha dichiarato: “Il denaro facile ha allargato i divari, prepariamoci a guerre civili e globali”.

Poi ha aggiunto: “Ci sono tre grandi forze che esistono ora che non sono state presenti nelle nostre vite, ma sono esistite molte volte in passato: l’enorme produzione di debito, la stampa di denaro per monetizzare quel debito, e i conflitti interni del populismo di sinistra e di destra causati dagli ampi divari di ricchezza e di valori. Queste forze stanno portando verso una guerra civile e un grande conflitto di potere tra gli Stati Uniti e i loro alleati e la Cina e i suoi alleati. Queste tre cose stanno accadendo simultaneamente. L’ultima volta che è successo è stato tra il 1930 e il 1945. Se guarda le notizie che arrivano mese dopo mese vedrà un movimento verso la combinazione di una crisi finanziaria con un grande conflitto interno e con un grande conflitto esterno… Stiamo già vedendo in questo momento, ma penso che probabilmente sarà molto peggiore nel 2024 o nel 2025, dopo le prossime elezioni negli Stati Uniti. C’è stata molta creazione di debito e denaro che ha prodotto molta inflazione. Il risultato è che le banche centrali cercano di calmare l’inflazione sottraendo denaro e credito alle persone in modo che il loro potere d’acquisto sia inferiore, e questo, a sua volta, indebolisce l’economia“.

La soluzione secondo Dalio è puntare sui figli e far in modo che “abbiano una vita finanziariamente stabile, devi dare loro una buona educazione, civiltà e una buona etica del lavoro”.

Chi è Ray Dalio

Ray Dalio è il fondatore di Bridgewater Associates, il più grande hedge fund del mondo, la cui fortuna personale è stimata da Forbes nel gennaio 2020 in 18,7 miliardi di dollari. Una carriera dedicata agli investimenti dopo aver conseguito un master Mba all’università di Harward.

Figlio di un musicista jazz italoamericano e di una casalinga, da giovane Ray Dalio ha iniziato ad investire in Borsa per poi grazie ai suoi investimenti diventare uno degli investitori più importanti e ricchi al mondo. Recentemente ha lanciato un assist al Bitcoin, definendo la criptovaluta “un’invenzione straordinaria che ha inventato un nuovo tipo di denaro con un sistema programmato al computer, che ha funzionato per circa 10 anni e sta rapidamente guadagnando popolarità sia come tipo di denaro che come riserva di valore: è un risultato incredibile”.