Putin: La Russia accetterà solo rubli per le consegne di gas in Europa

23 Marzo 2022, di Gianmarco Carriol

La Russia ha in programma di accettare pagamenti solo in rubli per le vendite di gas ai paesi “ostili”, ha detto quest’oggi il presidente Vladimir Putin, rispondendo al congelamento dei beni della Russia da parte di nazioni straniere a causa degli eventi in Ucraina che secondo lui, hanno distrutto la fiducia di Mosca.

La dipendenza dei paesi europei dal gas russo e da altre esportazioni è stata messa in luce da quando la Russia ha inviato decine di migliaia di soldati in Ucraina il 24 febbraio in quella che ha definito un’operazione speciale per degradare le capacità militari del suo vicino e sradicare le persone che chiamava nazionalisti pericolosi.

La Russia ha stilato un elenco di paesi “ostili”, che corrisponde a quelli che hanno imposto sanzioni. Tra le altre cose, gli accordi con le aziende e gli individui di quei paesi devono essere approvati da una commissione governativa.

L‘elenco dei paesi comprende Stati Uniti, Stati membri dell’Unione Europea, Gran Bretagna, Giappone, Canada, Norvegia, Singapore, Corea del Sud, Svizzera e Ucraina.

“Ho deciso di attuare una serie di misure per trasferire il pagamento per le nostre forniture di gas a paesi ostili solo in rubli russi”.

Questo quanto detto da Vladimir Putin durante una riunione televisiva del governo, ordinando che le modifiche fossero attuate entro una settimana.

“Ho deciso di attuare una serie di misure per trasferire il pagamento per le nostre forniture di gas a paesi ostili in rubli russi”, ha detto Putin durante una riunione televisiva del governo, ordinando che le modifiche fossero attuate entro una settimana.

Ha detto che la Russia smetterà di accettare pagamenti in valute che sono state “compromesse”.

“La Russia continuerà a fornire gas nei volumi fissati nei contratti precedenti”, ha aggiunto Putin.

Putin ha anche descritto come “illegittimo” il congelamento dei beni della Russia all’estero. Ha affermato che gli Stati Uniti e l’Unione Europea hanno dichiarato un “vero default” sui loro obblighi nei confronti della Russia.

“Ora tutti nel mondo sanno che gli obblighi in dollari possono essere inadempienti”, ha detto Putin.

Subito dopo l’annuncio, il rublo si è rafforzato nei confronti del dollaro USA e dell’euro.

Grafico giornaliero USD/RUB – 23 Marzo 2022

Grafico giornaliero USD/RUB - Tradingview