Psd2, Penta: “La vera sfida dei servizi bancari è la user experience”

16 Dicembre 2019, di Alberto Battaglia

Il futuro del banking online, alla luce della direttiva europea Psd2, sarà sempre più focalizzato sulla cosiddetta user experience. Un concetto che si riallaccia soprattutto a una crescente personalizzazione dell’esperienza dell’utilizzo degli strumenti, in funzione delle reali necessità dell’utente.

Qualche esempio. “Chiedere e ascoltare i feedback dei clienti, parlare con loro in modo diretto e valutare profondamente le richieste che arrivano da tutti i canali di comunicazione attivati, per permettere agli sviluppatori di capire i bisogni e le necessità di tutti i giorni e creare così soluzioni che aiutino Pmi e start-up a operare e concentrarsi sul proprio lavoro in totale tranquillità”: questi alcuni degli aspetti cruciali fra quelli citati da Bruno Reggiani, Country Manager Italia di Penta, startup tedesca specializzata in servizi per la gestione delle finanze delle piccole imprese.

Secondo Reggiani l’avvento dell’open banking e l’introduzione progressiva della direttiva PSD2, le imporrebbe alle banche l’avvicinamento al modello di pensiero “tipico delle grandi aziende tech”. Ovvero a un mindset che consenta loro di “innovare la loro offerta” aprendosi “all’adozione di nuovi modelli, piattaforme ed ecosistemi che possano garantire maggiore accesso, compatibilità, velocità, semplicità d’uso e intuitività nei processi di banking e amministrativi”.

“Le nuove realtà come le challenger bank”, ha scritto Reggiani in un suo intervento, “hanno successo in questo proprio perché creano un ecosistema di servizi integrati in grado di offrire convenienza al cliente non solo da un punto di vista economico ma soprattutto in termini di esperienza d’uso, facilità di accesso e compatibilità”.

“In questo nuovo contesto dove i dati e i servizi finanziari stanno diventando dei beni di largo consumo”, ha concluso il responsabile italiano di Penta, “il vero asso nella manica sarà fornire al consumatore, che ha maturato oggi un know-how digitale avanzato, la migliore esperienza utente possibile, proponendogli un prodotto bancario iper personalizzato, di semplice utilizzo e accessibile ovunque e da qualsiasi dispositivo”.