Primi sportelli Bitcoin arrivano negli Stati Uniti

19 Febbraio 2014, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Dopo il debutto a Vancouver, in Canada, e a Helsinki, in Finlandia, i primi sportelli bancomat di Bitcoin arrivano anche negli Stati Uniti. Li inaugurerà a fine mese a Seattle ed a Austin la società del Nevada Robocoin che punta ad espandersi anche in Asia e in Europa.

Lo sportello bancomat, simile a quelli tradizionali, consentirà di scambiare il proprio denaro per comprare o vendere Bitcoin, la criptomoneta del web.

Lo sportello bancomat, simile a quelli tradizionali, consentirà di scambiare il proprio denaro per comprare o vendere Bitcoin, la criptomoneta del web. Gli sportelli che saranno installati nelle due città americane avranno degli scanner speciali per leggere i documenti di identità degli utilizzatori, come la patente o il passaporto.

Consentiranno di depositare contanti per comprare Bitcoin e viceversa, trasferendo fondi da o per un portafogli virtuale collegato al proprio smartphone.

Robocoin è la società di Las Vegas che ha installato il primo bancomat di criptomoneta a Vancouver lo scorso autunno. Oltre a quelli di Seattle e Austin ne aprirà anche un altro in Canada a Calgary, Alberta. Tra i piani di sviluppo ci sono anche Asia ed Europa.

Nel Vecchio Continente un bancomat di Bitcoin c’è già. Realizzato da Bittiraha, è stato installato nella stazione centrale di Helsinki su iniziativa di un negozio di dischi che accetta la moneta virtuale.