Potremo sentire gli oggetti che appaiono sui tablet

27 Febbraio 2014, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Dopo la vista e l’udito, è l’ora di stimolare anche i sensi come odorato e tatto. L’azienda tecnologica giapponese Fujitsu ha presentato una nuova tecnologia che permette di simulare diverse superfici quando si scorrono le dita sul touchscreen del vostro dispositivo.

Su Yahoo si può leggere la relazione del Mobile World Congress di Barcellona, la fiera svolta qualche giorno fa. Questa è stata una delle novità più interessanti.

Ad esempio, ruotando la manopola di una cassaforte il risultato sembrava sorprendentemente convincente e reale, riuscendo a regolare i numeri intorno al cerchio di questa. E anche la demo DJ era interessante, imitando la sensazione di riuscire a scretchare.

Nel corso degli anni diversi produttori hanno provato un certo numero di metodi per portare ciò che viene chiamato tattilità sugli schermi tablet e telefonini.
Ma propria la soluzione di Fujitsu, che si basa sulla vibrazione per ricreare superfici diverse, sembra quella migliore. Le vibrazioni creano effettivamente un attrito tra il dito e il display, con diversi livelli che simulano superfici lisce e ruvide. La tecnologia può anche simulare superfici scivolose, aumentando così la quantità di aria tra il dito e lo schermo.

I benefici potrebbero essere molteplici, basti pensare ad esempio all’essere in grado di sentire un tessuto quando si acquista una camicia online.

Siamo però ancora alle prime fasi del progetto e la Fujitsu sta lavorando proprio per affrontare molteplici miglioramenti, in modo tale da portare in commercio questa tecnologia intorno al 2015.