Polizze, ora i consulenti preferiscono le gestioni separate alle unit

11 Giugno 2019, di Massimiliano Volpe

Nel mese di aprile i consulenti finanziari hanno intermediato un volume di nuovi premi assicurativi pari a 1,1 miliardi di euro, in aumento del 14,7% rispetto allo stesso mese del 2018. Lo ha reso noto l’Ania. Da gennaio la nuova produzione ha raggiunto un ammontare pari a 4,4 miliardi, consolidando una crescita del 10,1% rispetto all’analogo periodo del 2018.

I prodotti più venduti

In relazione alle diverse tipologie di polizze i nuovi premi di Ramo I, caratterizzati da un rendimento minimo e la garanzia del capitale investito, hanno rappresentato il 60% del totale mensile raccolto dal canale, per un ammontare pari a 642 mln, in forte aumento (+51,2%) rispetto all’analogo mese del 2018.
Da inizio anno la nuova produzione delle gestioni separate ha raggiunto un volume premi pari a 3 mld, il 75,1% in più rispetto a quanto emesso nei primi quattro mesi dell’anno precedente.
La parte rimanente della raccolta è costituita essenzialmente da premi di Ramo III, esclusivamente di tipo unit-linked, che nel mese di aprile registrano ancora una contrazione annua (-15,9%), seppur la più contenuta da inizio anno, raggiungendo da gennaio un volume di nuovi affari pari a 1,5 mld, in calo del 37,3% rispetto all’analogo periodo del 2018.

Le altre polizze

Secondo quanto rilevato dall’Ania, ad aprile i consulenti hanno collocato nuove polizze di capitalizzazione (Ramo V) per 2 mln, in calo rispetto al mese precedente ma in crescita rispetto all’analogo mese del 2018, quando tali polizze non vennero commercializzate; nei primi quattro mesi dell’anno il canale ha raccolto 12,5 mln di nuovi premi, contro appena 0,3 mln dell’analogo periodo dell’anno precedente. Le nuove polizze di Ramo VI collocate da inizio anno hanno raggiunto un importo pari a 3,6 mln, in aumento di quasi il 60% rispetto al corrispondente new business del 2018.