Pensioni: nessun anticipo ma assegno più pesante a luglio

13 Giugno 2022, di Mariangela Tessa

Nessun anticipo, ma cedolini più pesanti per le pensioni di luglio. Il mese prossimo sono attesi assegni ben più alti del normale, grazie ad una concomitanza di fattori. Insieme all’assegno di luglio arriverà la quattordicesima mensilità e, per chi è in possesso dei requisiti (ovvero un reddito inferiore a 35.000 euro lordi annui), anche il bonus da 200 euro, la misura destinata a supportare famiglie coi redditi medio-bassi nell’affrontare l’aumento dell’inflazione e la pressione del caro-vita. Nessuna modifica invece per il ritiro della pensione alle poste, che avverrà senza anticipo a partire dal 1 luglio.

Pensioni, il Bonus di 200 euro

Per i pensionati, compresi i titolari di pensione o assegno sociale, di pensione o assegno di invalidità civile, ciechi e sordomuti e chi percepisce l’accompagnamento alla pensione, la cui pensione abbia decorrenza entro il 30 giugno 2022, l’accredito viene fatto direttamente dall’Inps in base ai dati reddituali in suo possesso, successivamente, l’istituto effettua i controlli reddituali con l’Agenzia delle entrate e, qualora il limite di reddito fosse superato, recupera la somma erroneamente erogata, chiedendone il rimborso entro un anno.

Per i pensionati, si considerano i redditi personali prodotti nel 2021 imponibili ai fini Irpef, in pratica per il raggiungimento dei 35.000 euro si tiene conto di tutti i redditi prodotti nell’anno precedente, non solo quelli da pensione, come ad esempio quelli derivanti dall’affitto o da prestazioni occasionali. Non vengono conteggiati tra i redditi solo la casa di abitazione e se percepiti il TFR o le retribuzioni arretrate sottoposti a tassazione separata.

Quattordicesima

La quattordicesima 2022 spetta ai pensionati che rispettano i seguenti requisiti:

  • almeno 64 anni di età;
  • reddito complessivo individuale tra 1,5 e 2 volte il trattamento minimo annuo del Fondo pensioni lavoratori dipendenti, ovvero fino a 13.405,08 euro nell’anno in corso.

Calendario

Per gli uffici postali il ritiro della pensione partirà da venerdì 1 luglio 2022, così come i titolari di un Libretto di Risparmio, di un Conto BancoPosta o di una Postepay Evolution che si vedranno l’assegno accreditato in quella data.

Per chi riceve invece la pensione in banca, sarà necessario aspettare il secondo giorno bancabile del mese, ossia lunedì 4 luglio 2022 (essendo il 2 ed il 3 week-end). Ricordiamo infine per il ritiro agli sportelli postali di consultare il vostro ufficio postale per vedere la turnazione alfabetica per cognome consigliata per evitare assembramenti e file. Si dovrebbe partire il 1 luglio con i cognomi A-B per finire il 7 luglio con quelli S-Z.