Pc: l’anno peggiore di sempre per le vendite di computer

3 Dicembre 2013, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Secondo dei dati, riportati dall’International Data Corporation (IDC), il 2013 è da considerarsi l’anno nero per i PC, che hanno visto le loro vendite calare del 10% in favore di tablet e smartphone.
Ma non è tutto, perché la crisi dovrebbe continuare il prossimo anno, migliorando però e toccando “solo” un -3,8%.

I consumatori quindi stanno piano piano abbandonando i PC per qualcosa di più semplice e meno problematico da usare, ovvero i tablet. Anche nei Paesi emergenti, dove fino ad ora le vendite dei PC non erano mai state messe in discussione, qualcosa sta cambiando.

Jay Chou, analista presso l’IDC ha dichiarato che il mercato dei PC si divide in due: quello delle aziende e quello dei consumatori e il primo sta andando ancora abbastanza bene: “perché molte aziende stanno impiegando tempo per adottare i tablet e in più molte hanno anche sostituito Windows XP, chi si sta avvicinando alla pensione”.