PayPal integra i Bitcoin nei pagamenti con la app Usa

30 Marzo 2021, di Alberto Battaglia

Pagare beni e servizi in Bitcoin diventa decisamente più facile per i possessori di criptovalute americani: PayPal ha infatti avviato la funzione Checkout with Crypto, che permetterà di utilizzare i token digitali per fare shopping presso milioni di esercenti che si appoggiano al popolare servizio di pagamenti online.

Nel dettaglio Checkout permetterà di pagare con quattro differenti criptovalute: Bitcoin, ovviamente, ma anche Ether, Litecoin e Bitcoin Cash. La funzione “Checkout con Crypto” apparirà automaticamente nel portafoglio PayPal al momento del pagamento per i clienti in possesso di fondi in criptovaluta sufficienti “per coprire un acquisto idoneo”.

Quando il cliente conferma l’operazione, la criptovaluta viene convertita in valuta tradizionale (dollari, per ora) da PayPal per conto del cliente e la transazione viene così completata. La nuova feature di PayPal non prevede commissioni sulle transazioni eseguite con Checkout with Crypto. PayPal ha annunciato che la funzione sarà ulteriormente estesa nei prossimi mesi.

“Consentire alle criptovalute di effettuare acquisti presso aziende di tutto il mondo è il prossimo capitolo nel guidare l’ubiquità e l’accettazione di massa delle valute digitali”, ha affermato in una nota l’amministratore delegato della società, Dan Schulman.

La stessa PayPal aveva contribuito già nei mesi scorsi a rafforzare l’entrata delle criptovalute nel mainstream: grazie a una collaborazione con Paxos gli utenti della piattaforma avevano già avuto accesso alla compravendita e alla conservazione di questi asset digitali. Da adesso, dunque, potranno anche utilizzarli come forma di pagamento.

Per quanto riguarda il possesso di criptovalute come forma di investimento, PayPal ha fatto sapere che, in prima persona, non ha in programma di acquistare Bitcoin o affini.