Argento, pannelli solari, auto Tesla. Cosa li unisce

16 Giugno 2021, di Ned Naylor-Leyland (Jupiter AM)

Si dice che l’oro sia il denaro dei re e delle regine e l’argento quello dei signori e delle signore. Aggiungerei che l’argento è stato a volte la moneta legale preferita da una folla un po’ meno dignitosa.

In ragione del suo prezzo relativamente accessibile rispetto all’oro, l’argento ha radici plebee. La tradizione popolare credeva che l’argento avesse poteri mistici. Ad esempio, si dice che una palla d’argento fuso sia l’unico mezzo dissuasivo efficace contro un lupo mannaro o una strega e da ciò deriva l’espressione “silver bullet” (pallottola d’argento) per indicare una soluzione infallibile. Nella mitologia si considera inoltre che l’argento faciliti il passaggio al regno delle fate.

Non saprei pronunciarmi su tutto ciò, ma il ruolo tradizionale dell’argento come moneta reale è evidente nelle banconote e nelle monete d’argento in sterline in circolazione nel mondo intero. La gente acquista oggetti con l’argento e non con l’oro. L’argento è accessibile e costituisce una riserva di valore naturale. Come l’oro, l’argento è stato utilizzato attraverso la storia come protezione contro l’inflazione.

L’argento tende inoltre ad essere più volatile dell’oro, comportandosi come oro dopato. Il suo valore aumenta tipicamente più rapidamente rispetto a quello dell’oro quando i prezzi dei metalli preziosi sono in rialzo e diminuisce anche più rapidamente quando i prezzi sono in calo.

Populismo e bolle

Penso che viviamo in un’era di populismo che rende le prospettive di questo metallo popolare particolarmente intriganti. Il populismo è evidente nella leadership di alcuni paesi; Donald Trump è considerato come un leader populista.
Direi che il populismo può anche essere visto nella domanda di criptovalute, nelle bolle delle valutazioni, nella finanza digitale e nello spostamento costante verso la decentralizzazione del sistema finanziario globale. Ciò riflette un’opinione secondo la quale non abbiamo bisogno di terze parti di fiducia tradizionali, in particolare le banche, o di valute di riserva mondiali come il dollaro.

L’esempio più eclatante dell’impatto del populismo sul metallo monetario populista è stata l’impennata senza precedenti della domanda legata a Reddit a fine gennaio e inizio febbraio, quando gli investitori privati si sono precipitati sul mercato dell’argento. Prevediamo che il movimento di compressione dell’argento proseguirà. Ciò che è successo in gennaio non è stata altro che la prima iterazione visibile.

Argento ed economia green

Naturalmente, questo metallo prezioso non è soltanto un metallo monetario. È un metallo industriale ampiamente utilizzato e un ingrediente chiave dell’economia green. Ogni veicolo elettrico contiene circa tre once d’argento e il metallo bianco è utilizzato nei pannelli solari, nelle infrastrutture 5G, per le medicine e per le attrezzature mediche.

Ho parlato di compressione dell’argento. A marzo l’LBMA, l’autorità indipendente per i metalli preziosi, ha pubblicato un rapporto nel quale suggerisce che se quel periodo di forte domanda d’argento fisico fosse perdurato, lo stock londinese di questo metallo si sarebbe prosciugato nel giro di poche settimane.

Penso già da un po’ di tempo che ci sia un disallineamento fondamentale tra l’offerta e la domanda sul mercato dell’argento fisico e che l’offerta sia molto più ridotta di quanto pretendano alcuni analisti del settore. L’abbiamo visto con l’impennata legata a Reddit. La produzione mineraria d’argento è limitata a circa 800 milioni di once all’anno, di cui il 70-80% è destinato ad un uso industriale. Faccio fatica a vedere come il mercato dell’argento possa mantenersi ai prezzi attuali se continueremo ad osservare una crescita degli investimenti e della domanda industriale.

Spese e stimoli

Ritengo che anche il contesto macroeconomico sia favorevole all’argento. Il livello straordinario delle spese governative e delle misure di stimolo delle banche centrali per aiutare un’economia globale in difficoltà mi lascia pensare che il calo dei rendimenti reali sia inevitabile. Il calo dei rendimenti reali tende a far salire i prezzi dell’argento e dell’oro, poiché i metalli monetari sono considerati come una protezione contro la perdita del potere d’acquisto. E non bisogna dimenticare che l’argento scambia all’80% circa al di sotto del suo picco storico di 120 dollari l’oncia, corretto per l’inflazione, raggiunto nel 1980.

Prevedo che per questo metallo prezioso guadagnerà momentum grazie a una potente combinazione di fattori come la domanda degli investitori professionali e privati, l’economia green in piena espansione e l’offerta limitata. Dal mio punto di vista, questo metallo populista è destinato a diventare molto più popolare.