Open banking: nasce il primo hub italiano sull’onda della Psd2

23 Ottobre 2019, di Alessandra Caparello

Sull’onda della Psd2, entrata in vigore il 14 settembre scorso, nasce l’Open banking hub. Grazie alla partnership tra Epiphany, startup specializzata in soluzioni di digital banking, e Kaleyra, gruppo internazionale specializzato in servizi di messaggistica mobile per banche e imprese prende vita un vero e proprio Open Banking Hub italiano che consentirà alle banche di creare rapidamente prodotti innovativi in chiave open banking.

Cosa significa? Nel dettaglio in base all’accordo, le banche clienti di Kaleyra per la comunicazione bidirezionale con i clienti via SMS o WhatsApp, potranno avere accesso immediato a tre prodotti di Epiphany pronti all’uso, GDPR e PSD2 compliant e in linea con i criteri di sicurezza richiesti dal sistema bancario.
Inoltre, in base all’accordo tra due società, le banche potranno minimizzare gli impatti tecnico-funzionali, avere costi e tempi di implementazione più bassi e ridurre il time-to-market dei nuovi prodotti.

Nel dettaglio, l’Open banking Hub include le seguenti soluzioni di Epiphany:

  • Instapay: servizio di pagamento istantaneo via mobile, con un solo click e utilizzando il proprio conto, che trasforma lo smartphone in un portafoglio digitale per pagare in sicurezza. Grazie agli accordi, la soluzione potrà essere utilizzata in oltre il 95% della Grande distribuzione in Italia.
  • Account Aggregation: soluzione che consente alle banche di accedere in tempo reale alle informazioni messe a disposizione attraverso gli altri istituti bancari. La soluzione ha una copertura del mercato italiano del 100%.
  • InstaCredit: fornisce un servizio di apertura di linea di credito più evoluto che sfrutta il machine learning per definire il merito creditizio.

Adottare rapidamente le proposte tecnologiche già disponibili sull’Hub è il primo passo verso una offerta di servizi di open banking davvero innovativi. Dopo l’implementazione della PSD2, le banche ora devono concentrarsi sull’offerta di servizi che migliorano la quotidianità dei consumatori: dalle transazioni sicure e veloci via mobile, all’accesso a piccoli finanziamenti, al trasferimento di denaro p2p mentre si chatta, e cosi via, perché oggi a ogni servizio corrisponde una transazione finanziaria.
Quella dell’open banking è un’opportunità che a livello europeo varrà oltre 60 miliardi di euro, con un impatto a livello di investimenti in Italia che supererà i 3.5 miliardi di euro con un focus su prodotti in ambito lending (55% del valore generato), pagamenti digitali (15%) e conti correnti (20%)”, commentano Alex Milani, Managing Director di Kaleyra e Paolo Spadafora, CEO e fondatore di Epiphany.