Nicola Bedin, chi è il fondatore di Lifenet Healthcare

13 Maggio 2020, di Massimiliano Volpe

Protagonista dell’healthcare italiano, Nicola Bedin, fondatore di Lifenet Healthcare, propone la sospensione per il 2020 fino al 100% degli ammortamenti per contrastare gli effetti economici della crisi Covid.

Nicola Bedin, uno dei protagonisti del mondo dell’healthcare italiano, dopo aver guidato il Gruppo Ospedaliero San Donato per più di un decennio, nel 2018 ha fondato Lifenet Healthcare, gruppo sanitario che oggi conta circa 800 persone ed è composto da 10 strutture site in Lombardia, Piemonte ed Emilia-Romagna, e che recentemente è diventato leader italiano nella consulenza strategica ed operativa per la sicurezza delle aziende in tempi di Coronavirus.

Bedin viene descritto nelle pagine di Repubblica del 12 maggio 2020 come l’imprenditore a cui si deve la proposta “salva bilanci”, declinata per la prima volta ne Il Sole 24 ore dello scorso 3 aprile, cioè l’idea di dare alle imprese la facoltà di sospendere per il 2020 fino al 100% degli ammortamenti, riducendo e auspicabilmente azzerando le perdite di esercizio che molte aziende subiranno a causa degli effetti economici del Coronavirus. La misura, che sarebbe a costo zero per lo Stato, è oggetto di grande interesse da parte del Governo, come ha affermato il Viceministro dell’Economia e delle Finanze Antonio Misiani, definendola “una proposta non convenzionale, in una fase in cui bisogna rompere i vecchi schemi”.

Chi è Nicola Bedin

Nicola Bedin, 43 anni, imprenditore della sanità, settore che frequenta già dal 2004 quando è diventato assistente di Giuseppe Rotelli, proprietario del principale gruppo sanitario italiano, il Gruppo Ospedaliero San Donato, della cui capogruppo già nel 2005 Bedin sarà nominato amministratore delegato. I ricavi consolidati ammontavano all’epoca a quasi 600 milioni di euro: quando a metà 2017 Bedin ha lasciato il gruppo il fatturato era salito a circa 1,6 miliardi di euro.

A favorire l’incremento di quasi tre volte del giro d’affari ha contribuito l’acquisizione del San Raffaele di Milano, avvenuta a maggio 2012: da quel momento, Nicola Bedin si è dedicato anche a guidare in prima persona il risanamento e il rilancio dell’ospedale che fu di don Verzè e che si trovava in una procedura di concordato preventivo ed aveva perdite per circa 65 milioni di euro nel 2011. Il lavoro fu intensissimo (e non privo di tensioni sindacali poi risoltesi nel 2013), ma proficuo: nel 2014 il bilancio chiuse in sostanziale pareggio e nel 2015 con un utile di più di 3 milioni di euro, il che suscitò l’interesse di alcuni, che videro in quel turnaround “l’esempio di come si possano applicare criteri di efficienza economica e discernere tra spesa buona e spesa cattiva” e “l’emblema di come nella sanità sia possibile tagliare gli sprechi senza ridurre la qualità delle cure”.

Nel 2016 Nicola Bedin è stato chiamato ad entrare anche nel board della quotata Italgas (di cui ha presieduto il Comitato Sostenibilità), con Paolo Gallo amministratore delegato e Lorenzo Bini Smaghi presidente.

Nicola Bedin, nel 2018 la fondazione di Lifenet Healthcare

Come talvolta accade i manager diventano imprenditori, trasferendo la loro esperienza in una propria creatura. Questo è successo anche a Nicola Bedin, che ha lasciato il Gruppo Ospedaliero San Donato per realizzare, con la moglie, un’iniziativa imprenditoriale per conto proprio ad inizio 2018: Lifenet Healthcare, che oggi è un gruppo di 10 aziende che contano complessivamente circa 800 persone, presente a Torino (CeMeDi), Milano (Centro Medico Visconti di Modrone ed Eyecare Clinic), Reggio Emilia (Centro Medico Spallanzani), Parma (Piccole Figli Hospital e Poliambulatorio Fitness Center) e Brescia (Eyecare Clinic). Nel sito web di Lifenet Healthcare, si legge che il leadership team è composto da persone di comprovata esperienza nel settore quali, oltre allo stesso Nicola Bedin, Franco Perona (CDI, Alliance Medical), Roberto Gallosti (Spallanzani e Piccole Figlie Hospital) e Paolo Migliavacca (Gruppo Maugeri).

Negli ultimi mesi Lifenet Healthcare è diventato leader in Italia nei servizi di consulenza strategica ed operativa per la sicurezza delle aziende in tempi di Coronavirus. Tra i clienti ci sono Ferrari, Marelli, Pellegrini, Vibram, Technogym, Gucci, ed altri.

Chi lo conosce, descrive Bedin come riservato, anche se ogni tanto fa sentire la propria voce, come con “La lezione di Sergio Marchionne” nel momento della morte del manager FCA o, più recentemente per proporre la misura “salva bilanci” di cui il Governo starebbe discutendo in queste ore.