Wall Street in rosso, pesano timori inflazione

3 Marzo 2021, di Redazione Wall Street Italia

Wall Street in ribasso, con il Dow Jones che scende dello 0,16% a 31.342 punti, il Nasdaq che continua a fare peggio, cedendo l’1,63% a 13.139 punti circa, e lo S&P che arretra dello 0,80% a 3.839 punti.

Di nuovo un rialzo importante per i tassi sui Treasuries decennali, che sono tornati a rialzare la testa, balzando di oltre 6 punti base all’1,47%.

Il livello rimane inferiore a quello dell’1,6% circa testato la scorsa settimana con una mossa che i trader hanno chiamato flash move o flash spike: ma è sufficiente a rialimentare i timori di una brusca ripresa dell’inflazione negli Usa.

Come ricordano gli analisti di Mps Capital Services un aumento dei tassi Usa tende a penalizzare soprattutto i titoli del settore tecnologico che hanno corso molto negli ultimi anni.

Dopo la sessione negativa di ieri, Wall Street accusa di conseguenza un altro colpo. Ieri il Dow Jones Industrial Average ha perso 143 punti, lo S&P 500 ha fatto -0,80% circa e il Nasdaq Composite ha sottoperformato con un calo pari a -1,7%.