Utili BP crollano -91%, effetto petrolio. Valore mercato scende sotto $100 miliardi

2 Febbraio 2016, di Laura Naka Antonelli

ROMA (WSI) – Effetto  petrolio sui conti del colosso petrolifero BP. Tonfo utili, che nel quarto trimestre sono crollati di ben -91%, dopo che i prezzi medi del petrolio crude sono scesi ai valori minimi in più di un decennio. Stando a quanto riporta Bloomberg, tenuto conto degli aggiustamenti per le voci di bilancio straordinarie e dei cambiamenti delle scorte, i profitti si sono attestati a $196 milioni, ben al di sotto della meta di $814,7 milioni attesa da dieci analisti intervistati da Bloomberg, e contro i $2,24 miliardi dello stesso periodo dell’anno precedente.

Il collasso dei prezzi del petrolio ha portato la capitalizzazione di mercato di BP a scivolare sotto la soglia di $100 miliardi per la prima volta dall’incidente nel Golfo del Messico del 2010. Il numero uno, l’amministratore delegato Bob Dudley, ha tagliato le spese di miliardi di dollari, licenziato migliaia di dipendenti e rimandato progetti al fine di proteggere il bilancio dell’azienda.

Da segnalare che, nel corso del quarto trimestre, il contratto Brent si attestava in media a $44,60, a un valore inferiore -42% rispetto al quarto trimestre dell’anno precedente, e al minimo dal 2004.