Usa, si profila una crescita limitata del mercato del lavoro a gennaio

5 Febbraio 2016, di Alessandra Caparello

NEW YORK (WSI) – Rallenta nel mese di gennaio l’occupazione negli Stati Uniti d’America e il tasso di disoccupazione stabile suggerisce chela ripresa del mercato del lavoro rimane ferma.

Secondo un sondaggio realizzato dall’agenzia Reuters, sono aumentati i posti di lavoro non agricoli di 190.000 unità il mese scorso, contro però i 292.000 creati nel mese di dicembre. Nel calcolo dei posti di lavoro a gennaio verranno meno corrieri e spedizionieri, in crescita a novembre e dicembre per le vendite natalizie online.

“E’ ragionevole aspettarsi un rallentamento della crescita dei posti di lavoro a gennaio” così ha sentenziato Dana Saporta, economista del Credit Suisse a New York.

Ray Stone, economista presso Stone & McCarthy Research Associates a Princeton, ha invece sottolineato come la crescita dei posti di lavoro registrata nel quarto trimestre è stata “gonfiata da condizioni meteorologiche favorevoli, cosa che non è avvenuta a gennaio”.

In un contesto di inasprimento delle condizioni dei mercati finanziari, un rallentamento della crescita dell’occupazione potrebbe minare ulteriormente un rialzo dei tassi di interesse della Fed per il prossimo marzo.