Terrorismo, Enrico Letta: “Serve un Fbi europeo”

23 Marzo 2016, di Alessandra Caparello

ROMA (WSI) – “In un momento di massima allerta come questo non doveva succedere”, così commenta l’ex premier Enrico Letta i terribili attentanti terroristici, rivendicati dall’Isis, di Bruxelles.

Intervistato dall’Avvenire, Letta ha manifestato tutta la sua rabbia per i tragici eventi ma ha puntato il dito contro l’Europa, colpevole di non creare una struttura ampia e forte capace di contrastare il terrorismo, un Fbi europeo.

“Mancava e manca una risposta europea. Si lascia tutto alle polizie nazionali (…) Dobbiamo smetterla con servizi di intelligence nazionali. A compartimenti stagni. Che non si parlano. E’ ora di creare una struttura ampia, forte, veramente europea. Un Fbi europeo (…) in Belgio è mancata efficienza: a settanta ore dall’arresto di Salah come è possibile far entrare esplosivi in aeroporto?. Serve una immediata decisione a livello di consiglio europeo. Bisogna fare quello che non si è fatto dopo Parigi”.