Tensioni manovra e braccio di ferro con l’UE: Spread testa i 300 punti base

2 Ottobre 2018, di Redazione Wall Street Italia

Lo spread di rendimento tra Btp e Bund decennali ha superato brevemente i 300 punti base in mattinata, prima di scendere intorno all’area dei 295 punti base. È il livello più alto da quello raggiunto durante le trattative per la formazione del governo, quando alcune indiscrezioni sul programma di governo condiviso di Lega e Movimento 5 Stelle fecero temere che il l’esecutivo italiano fosse intenzionato ad abbandonare l’area della moneta unica.

Il differenziale si è impennato da quando è stata presentata la legge di bilancio: ieri ha chiuso intorno ai 280 punti base, in ampliamnto di circa 40 punti rispetto alla scorsa settimana. Nel testo del Def il governo ha deciso di approvare per il 2019 un deficit pari al 2,4% del Pil, molto più alto dell’1,6% per il quale ci sarebbe stato l’accordo con le autorità europee.