Svizzera: banca centrale lascia tassi invariati a -0,75%. “Franco sopravvalutato”

15 Settembre 2016, di Laura Naka Antonelli

La Swiss National Bank, banca centrale della Svizzera ha lasciato i tassi di interesse a -0,75%.

La banca ha sottolineato che rimangono rischi al ribasso per l’economia globale, e ha rivisto di conseguenza al ribasso le proiezioni di crescita sia per l’Eurozona che per il Regno Unito, a seguito del concretizzarsi della Brexit

La SNB ha affermato che continuerà a monitorare attentamente questi mercati, per rivalutare in modo regolare il bisogno eventuale di effettuare aggiustamenti sui cuscinetti di capitale richiesti alle banche.

Lasciato invariato anche il target range per il Libor a tre mesi, in una forchetta compresa tra -1,25% e -0,25%, come da attese. La banca centrale ha tuttavia affermato che “il franco svizzero rimane sopravvalutato in modo significativo”.

Di qui, la decisione di mantenere negativi i tassi.

“I tassi di interesse negativi e il desiderio della banca centrale di intervenire sul mercato dei cambi vogliono rendere gli investimenti sul franco svizzero meno attraenti, per arginare la pressione al rialzo sulla valuta”.