Mercati spaesati, hanno paura di perdere l’appoggio delle banche centrali

16 Settembre 2016, di Daniele Chicca

I mercati hanno paura che se Bce, Banca del Giappone e Federal Reserve smettono di comprare bond e altri asset finanziari, verrà a mancare quella liquidità che ha sostenuto i mercati emergenti e le valute a più alto rischio, portando a una contrazione accentuata. Analisti ed economisti ritengono che stiamo andando verso un periodo in cui le politiche di stimolo fiscale prenderanno gradualmente il posto delle manovre di allentamento monetario straordinario delle banche centrali.

“Negli ultimi due anni le banche centrali sono state la ragione principale per comprare asset rischiosi”, dice a Marketwatch Lee Ferridge, head of macro strategy presso State Street Global Markets. ”Se le misure volgono al termine, sui mercati non ci sarà più un vero motivo per comprare valute ‘high-beta‘”, ovvero ad alto rischio. Dal momento che i fondamentali dell’economia globale e i tassi di inflazione restano ancora deboli, è difficile che assisteremo invece a una fase orso del mercato dei bond dei paesi più sicuri.