Inflazione Eurozona, Mps vede un rallentamento nel 2017

27 Luglio 2017, di Daniele Chicca

Dopo un’inizio anno in forte rialzo, l’inflazione europea è tornata a scendere, allontanandosi di molto dal target del 2%, a causa principalmente del calo della componente energetica. Per il resto del 2017, le previsioni degli analisti di MPS Capital Services sono per un’inflazione in area euro “che dovrebbe mantenersi intorno ai valori attuali, con la possibilità a fine anno di avvicinarsi all’1%”. Si tratterebbe di una buona notizia per il debito italiano, che dovrebbe così continuare a essere sostenuto dalle manovre di stimolo monetario straordinarie della Bce di Mario Draghi.

“Le attese sono di un prezzo del petrolio che potrebbe continuare a mantenersi nel range 50-60$ e di un cambio €/$ più esposto verso un apprezzamento del dollaro. Con riferimento all’Italia, il BTP Italia si presenta come uno strumento che riesce a reggere di più i momenti di tensione sui titoli governativi rispetto ai BTP generici di analoga scadenza”.