Germania: in crescita stime Pil. Grazie a spinta migranti

14 Dicembre 2015, di Alessandra Caparello

BERLINO (WSI) – In rialzo le stime di crescita del Pil tedesco per il 2016. A renderlo noto l’Istituto di ricerca economica di Kiel Ifw che ha alzato di 0,1 punti percentuali la previsione 2016 a +2,2%, mentre per il 2017 le stime sono al +2,3%. A spingere per la crescita l’ondata di migranti in Germania come ha spiegato lo stesso IfW. “Le spese supplementari per i profughi saranno più elevate rispetto a quanto previsto tre mesi fa”.

Buone notizie quindi per l’economia tedesca, la locomotiva dell’Eurozona, che per lo meno secondo gli esperti di IfW dopo il recente rallentamento della crescita del Pil, nei prossimi trimestri vedrà “un ritmo sensibilmente più elevato”. A trainare i consumi privati sarà l’aumento dei redditi personali e degli investimenti. Anche il settore dell’export conoscerà una crescita tra il 5,2% e il 6,4% nei prossimi due anni dopo il +5,6% atteso quest’anno. +6,7% nel 2016 e +7,6% nel 2017 invece per l’import.

Pe quanto invece riguarda il tasso di disoccupazione in Germania, secondo l’istituto dovrebbe collocarsi al 6,4% quest’anno e al 6,3% nei due anni successivi, e l’arrivo dei migranti porterà sul mercato del lavoro in Germania 376mila lavoratori in più entro il 2017.