Forex, dollaro si rafforza dopo i verbali “aggressivi” della Fed

23 Agosto 2018, di Daniele Chicca

Seduta contrastata per le Borse europee, con Piazza Affari in ribasso di mezzo punto percentuale circa. Sul Forex il dollaro guadagna terreno contro la maggior parte delle valute rivali e i titoli di Stato Usa consolidano le posizioni dopo che la Federal Reserve ha confermato di essere pronta a imporre una stretta monetaria a settembre, facendo capire che non cederà alle pressioni del presidente Donald Trump, il quale aveva espresso la sua contrarietà al rialzo dei tassi.

Prima della pubblicazione dei verbali della Bce, l’euro si indebolisce. L’indice paneuropeo Stoxx Europe 600 si rafforza, mentre l’azionario Usa è poco variato, appesantito dai problemi legali di Trump. L’indice della regione Asia Pacifico MSCI è in calo, anche se in realtà alcune Borse singole scambiano in progresso, come in Cina e in Corea del Sud. Male invece Hong Kong.