Fed teme calo petrolio, meno rialzi dei tassi del previsto nel 2016

15 Gennaio 2016, di Daniele Chicca

James Bullard, presidente della Federal Reserve di St. Louis, ha detto che i bassi prezzi del greggio potrebbero rallentare il raggiungimento degli obiettivi della banca centrale sul fronte dell’inflazione. Ciò significa meno rialzi dei tassi del previsto quest’anno.

Secondo il membro votante del braccio di politica monetaria della Fed, ieri evidentemente meno falco del solito, un declino delle aspettative del mercato sull’inflazione “sta diventando preoccupante” motivo per cui la banca centrale potrebbe procedere con cautela nell’alzare i tassi dopo la stretta storica dello scorso dicembre, la prima dal giugno del 2006. Oggi prenderà la parola William Dudley, presidente della Fed di New York noto per essere una colomba.