Fed, Dudley: inflazione al 2% nel giro di un anno, tapering continuerà

25 Settembre 2017, di Daniele Chicca

I listini dell’azionario Usa sono deboli in avvio di seduta e di settimana, con i tecnologici che sono tra i titoli più venduti. Il Nasdaq, su cui pesa il calo di Apple (-0,5%), cede quasi mezzo punto percentuale, mentre l’indice S&P 500 e il paniere Dow Jones sono poco variati. Gli investitori aspettano di conoscere i dati macro sul manifatturiero della Fed di Dallas (16.30 italiane) e una delle ultime dichiarazioni prima delle sue dimissioni del vice della Fed Stanley Fischer. In agosto l’indice della Fed sull’attività dell’area di Chicago è calato a -0,31 dal punteggio di 0,03 del mese precedente.

Prima di lui il presidente della Fed di New York William Dudley ha detto che il buon andamento dei prezzi all’import e il venire meno di fattori temporanei e idiosincratici alimenteranno l’inflazione nei prossimi 12 mesi e questo stabilizzerà i prezzi al consumo intorno al target della Fed del 2%. Di conseguenza la Fed dovrebbe continuare a rimuovere gradualmente l’impianto di politica monetaria ultra accomodante.