Facebook, GlobalCoin: i timori dell’associazione per pagamenti digitali

3 Giugno 2019, di Alberto Battaglia

L’associazione Consumers For Digital Payments (C4DiP) ha espresso alcune perplessità in merito alla costituzione di una moneta digitale da parte di Facebook.

“I vari scandali che recentemente hanno travolto Facebook sui temi della privacy e sull’utilizzo di dati sensibili per gli utenti ci fanno guardare con un po’ di timore” all’iniziativa di Facebook, sottolinea Francesco Luongo, presidente di C4DiP, “la semplice circostanza che il GlobalCoin sia basato sui social dell’azienda porta a chiedersi cosa accadrebbe ai soldi dei consumatori in caso di shutdown, malfunzionamenti o databreach. Dopo essersi visti derubare dei propri dati ed immagini gli utenti rischierebbero di vedersi portar via anche il proprio denaro?”.

 

La società di Mark Zuckerberg ha avviato i colloqui con la Commodity Futures Trading Commission, l’autorità federale che regola derivati future.