Eurozona: inflazione stabile a marzo, prezzi al consumo invariati

14 Aprile 2016, di Alessandra Caparello

BRUXELLES (WSI) – Si stabilizza a marzo inaspettatamente l’inflazione della zona euro dopo la deflazione registrata nei mesi precedenti. Nell’area come rivela l’Eurostat, nel mese di marzo i prezzi al consumo sono rimasti invariati. C’è stata dunque una revisione al rialzo, dal momento che le stime preliminari avevano indicato un ribasso dello 0,1% contro il -0,2% registrato nel mese di febbraio.

L’inflazione rimane ben al di sotto delle attese della BCE che ha un target di inflazione al 2% circa, nonostante lo stesso istituto centrale guidato da Mario Draghi abbia intensificato gli acquisti di obbligazioni mensili da 60 miliardi a 80 miliardi di euro.

L’inflazione core, al netto di elementi volatili come cibo ed energia, è cresciuta dell’1% nel mese di marzo dallo 0,8% nel mese di febbraio, invariato rispetto alla stima iniziale.

Il maggior contributo a sostegno dell’inflazione nel mese di marzo nell’Eurozona è venuto da ristoranti e caffè, settore in cui i prezzi sono aumentati dell’1,5 per cento, aggiungendo così alla lettura del dato finale 0,12 punti percentuali.