Euro si indebolisce dopo dati su Pil Usa, scambia su livelli chiave

29 Gennaio 2016, di Daniele Chicca

Dopo la pubblicazione dei dati macro sul Pil Usa l’euro ha intrapreso con decisione la strada dei ribassi. Il cambio tra moneta unica e biglietto verde viaggia in calo dello 0,8% a 1,0855 dollari al momento.

Il mercato reagisce alla delusione dell’economia americana comprando dollari (nonostante i futures sui Fed Funds non scontino rialzi dei tassi nel 2016 e due soli incrementi da 25 punti base da qui al 2017) e i commentatori parlano di ‘panic buying’ di dollari.

Con lo scivolone l’euro ora sta testando la media mobile 50 giorni ed è tornato a scambiare sotto i livelli precedenti l’apertura di Mario Draghi, governatore della Bce, alla possibilità di nuovi interventi a marzo, che avevano penalizzato la moneta unica.