Euro schizofrenico, supera $1,11. Draghi ha fatto una gaffe?

10 Marzo 2016, di Laura Naka Antonelli

ROMA (WSI) – Caos totale sui mercati valutari, dopo le dichiarazioni che Mario Draghi, numero uno della Bce, ha rilasciato in occasione della conferenza stampa successiva all’annuncio sui  tassi .

La moneta ha testato il valore più basso in sei settimane nei confronti del dollaro subito dopo l’annuncio delle nuove misure straordinarie che la Bce ha deciso di adottare. E ha continuato a scendere, cedendo -1,5%, anche durante la conferenza stampa di Draghi.

Poi, proprio verso la fine, è arrivata la cocente delusione dei mercati. Draghi, nel rispondere alla domanda di un giornalista, si è infatti così espresso:

“Partendo dalla prospettiva di oggi e prendendo in considerazione il sostegno alla crescita e all’inflazione che arriverà dalle nostre misure, non anticipiamo che sarà necessario ridurre i tassi ulteriormente. Ovviamente, nuovi fatti possono cambiare la situazione e l’outlook”.

I timori che con le misure di oggi possano essersi conclusi i bazooka monetari di Draghi e le sorprese della Bce hanno innescato improvvisamente gli acquisti sull’euro, che sta rimbalzando con decisione e che arriva a superare, con un rialzo +1% circa, anche la soglia di $1,11.