Distensione sullo Spread Btp Bund: calano chance vittoria M5S alle elezioni

16 Ottobre 2017, di Daniele Chicca

Dopo una partenza un po’ dubbiosa, i Btp virano con decisione al rialzo riprendendo quindi il trend della scorsa settimana. Due sono i fattori che risulteranno decisivi: la decisione della Bce della prossima settimana, quando sarà quasi certamente annunciato un ridimensionamento della portata del Quantitative Easing, che però verrà al contempo probabilmente allungato di nove mesi. L’altro elemento riguarda invece le incertezze politiche in Italia. Con la prospettiva di andare al voto nella primavera 2018 con la nuova legge elettorale le possibilità di vittoria di un partito anti establishment come il MoVimento 5 Stelle calano e di conseguenza scendono anche i rischi di instabilità politica.

Con il Rosatellum Bis approvato alla Camera la settimana scorsa il 36% dei seggi verranno assegnati con il sistema maggioritario e il 64% con un sistema proporzionale. L’economista di Citigroup Giada Giani ha dichiarato che “i partiti mainstream saranno favoriti rispetto al M5S“, in quanto potranno stringere alleanze e formare coalizioni. Con la nuova legge elettorale i nomi di candidati “forti” diventano più importanti. Il rendimento del decennale di riferimento del Btp ha aggiornato i minimi da quasi un mese scendendo a 2,048%, dopo la chiusura di venerdì a 2,060%, registrata sulla scia delle attese di un prolungamento di nove mesi degli acquisti della Bce, che procederebbero a un ritmo più contenuto.