Bce, mercati iniziano a scontare un rialzo dei tassi

13 Marzo 2017, di Daniele Chicca

Sul valutario l’euro minaccia il dollaro Usa. I mercati non sono infatti ancora pronti a rispondere a un eventuale rialzo dei tassi di interesse della Bce prima della fine del piano di Quantitative Easing, ma dalle ultime indiscrezioni sorprendenti sembra che il board di Francoforte ne abbia discusso durante l’ultima riunione di politica monetaria.

Gli investitori iniziano gradualmente a posizionarsi per non farsi trovare impreparati a un eventuale intervento di irrigidimento monetario della Bce, che al contrario del rialzo dei tassi della Federal Reserve ormai scontato al 100%, sarebbe uno choc. Come segnala Bloomberg gli orsi (ribassisti) sull’euro sono usciti dal letargo. I contratti forward swap sull’euro prezzano un rialzo dei tassi di 10 punti base entro aprile dell’anno prossimo. A fine febbraio erano soltanto tre i punti base previsti.