Bce, Constancio: “i mercati si sono sbagliati”

4 Dicembre 2015, di Daniele Chicca

Secondo il vice di Mario Draghi non è colpa della Bce se le Borse europee hanno perso il 3% circa ieri e se l’euro è risalito in area 1,09 dollari dopo gli annunci sul Quantitative Easing. “I mercati si sono semplicemente sbagliati” sul Quantitative Easing, ha riconosciuto Vitor Constancio.

“I mercati avevano aspettative più alte di quelle che dovevano avere e per quello hanno reagito come hanno reagito, ma non era nostra intenzione…”

“Dopo la riunione di ottobre abbiamo detto che avremmo rivisto il livello di accomodamento monetario delle nostre misure per ricalibrare il piano di stimolo. Non abbiamo mai parlato di una sorta di QE2 o di qualcosa di simile”.

Con i suoi interventi ‘salva Eurozona‘ in tempi di crisi Draghi ha abituato troppo bene gli investitori. Come ha riconosciuto anche Schroders, da ieri la sua reputazione di colomba pronta a tutto è giunta al termine.