MPS: il Tesoro potrebbe diventare primo azionista

16 Marzo 2016, di Alessandra Caparello

MILANO (WSI) – Si ritorna a parlare del dossier MPS e l’ultima voce che circola parla di un aumento della partecipazione del Tesoro nella banca senese dall’attuale 4% al 7%, facendo sì che il Tesoro diventi il primo azionista dell’istituto di Rocca Salimbeni. L’informazione non fa bene ai titoli, che in Borsa cedono terreno stamattina. Le azioni cedono più del -6% tra volumi sostenuti (scambiato quasi il 4% del capitale circolante).

I diretti interessati, il Ministero dell’economia e il Monte dei Paschi, fino a questo momento non hanno commentato la notizia. Il Tesoro ha acquisito azioni di Mps pari a circa il 4% a titolo di interessi maturati al 31 dicembre 2014 sui Monti Bond che aveva sottoscritto per aiutare la banca senese, un aiuto pubblico ricevuto nel 2013 e totalmente rimborsato dalla banca a metà dello scorso anno, pagando 1,1 miliardi di euro. Secondo una fonte potrebbe avvenire a luglio il pagamento dello cedola ma non è ancora certo se avverrà in contanti o in azioni, mentre un’altra fonte conferma che si tratterà di azioni e il Tesoro arriverà a detenere una quota pari al 7 per cento.

La notizia dell’aumento della partecipazione del Tesoro in MPS non fa bene al titolo che a Piazza Affari ha chiuso ieri in profondo rosso in una seduta al cardiopalma: dopo aver toccato un massimo intraday di 0,6545 euro è iniziato il declino del titolo Mps che è andato in asta di volatilità arrivando a perdere circa 6,5 punti percentuali a 0,595 euro.

Intanto il Consiglio di Amministrazione di Mps ha deliberato di convocare l’assemblea ordinaria per il 14 aprile con all’ordine del giorno, l’approvazione del bilancio 2015, la Relazione sulla remunerazione approvata oggi dal cda e il piano di “performance shares” a favore dei dipendenti. Non si sbottona più di tanto il presidente della Fondazione Cariplo e dell’Acri, Giuseppe Guzzetti che a chi gli chiedeva un commento sull’ipotesi di un intervento della Cassa Depositi e Prestiti in Mps, risponde così:

“Aspettiamo cosa elaborano, io guardo sempre in positivo (…) Chiedete a loro. Io non ho niente sul tavolo”.