MPS, azionisti: “banca regalata agli stranieri”

18 Luglio 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Un altro pezzo simbolico dell’Italia industriale e finanziaria se ne va? La banca piu’ vecchia del mondo potrebbe presto finire in mani estere.

“Abolizione del tetto del 4% + aumento di capitale = banca regalata agli stranieri”.

E’ quanto si legge nei manifesti sei metri per tre affissi a Siena dall’Associazione Buongoverno Mps in occasione dell’assemblea dei soci in corso a SIENA nell’Auditorium di Mps.

“Vogliono chiudere tutto – si legge ancora nei manifesti – per nascondere le vere responsabilita”’.

L’ABOLIZIONE DEL 4% – E’ iniziata, a Siena , l’assemblea straordinaria di Banca Mps che dovra’ dare il via libera all’abolizione del tetto al 4% del diritto di voto per i soci privati.

All’ordine del giorno anche la posizione del consigliere Michele Briamonte, sospeso dal Cda dopo l’inchiesta per insider trading aperta dalla procura della Repubblica e la successiva decisione di interdire dall’incarico il consigliere per due mesi, rinnovabili, convalidata dal gip il 22 maggio scorso.

Gli iscritti all’Associazione Buongoverno, si legge nello statuto, hanno come scopo la tutela degli interessi comuni dei soci ed il bene comune della società civile.