Mps: acquisti scatenati sul titolo, “Tesoro potrebbe salire al 7%”

24 Maggio 2016, di Laura Naka Antonelli

ROMA (WSI) – Titolo MPS in forte rialzo a Piazza Affari, vola anche +8%, sulla scia delle dichiarazioni che sono state rilasciate da Enrico Morando, vice ministro delle Finanze. Il titolo ha riportato la performance migliore tra le 47 banche scambiate sul sottoindice Stoxx 600 Banks Index.

Intervistato da Bloomberg, Morando ha affermato che il Tesoro italiano potrebbe salire al 7% dall’attuale quota del 4%, a seguito del pagamento in azioni, e non in denaro, degli interessi sui ‘Monti Bond’ ricevuti dalla banca senese negli scorsi anni. Così ha detto Morando:

“Quella è più o meno la quota”. In ogni caso, la decisione del Tesoro “non è lontana”.

La dichiarazione, che ha innescato forti acquisti sul titolo della banca senese, sono state in particolare quelle che hanno messo in evidenza la preferenza, da parte del Tesoro, a ricevere azioni Mps, invece di cash, come interessi sugli aiuti ricevuti dallo stato.

Tali dichiarazioni indicano infatti l’ottimismo del Tesoro sulla svolta di Mps, che potrebbe arrivare proprio con l’aumento della partecipazione. Morando ha infatti sottolineato che:

“nel contesto attuale potremmo scegliere (come pagamento) le azioni”, dicendosi inoltre “fiducioso sul rafforzamento di questa banca”.

Sulla possibilità che il fondo Atlante abbia un ruolo di sostegno a favore di Mps, Morando ha fatto notare che la questione attiene alle decisioni dello stesso fondo, e non del governo.

“Non sono in grado di dire” quanto e in che termini il fondo Atlante potrebbe aiutare Mps, in quanto “dobbiamo vedere la natura dell’operazione di rafforzamento, e per ora questo è ancora da definire”, ha detto.