Movimento 5 Stelle: espulso consigliere del Piemonte

13 Novembre 2012, di Redazione Wall Street Italia
Il contenuto di questo articolo, pubblicato da Quotidiano Piemontese – che ringraziamo – esprime il pensiero dell’ autore e non necessariamente rappresenta la linea editoriale di Wall Street Italia, che rimane autonoma e indipendente.

Roma – Con una lettera raccomandata dell’avvocato, Beppe Grillo ha espulso dal Movimento 5 Stelle il consigliere regionale del Piemonte Fabrizio Biolè, che nelle scorse settimane si era schierato contro il comico genovese, nelle polemiche successive all’apparizione in tv della consigliera bolognese Federica Salsi.

Nella lettera scritta da uno dei legali di Grillo Michelangelo Montefusco ci comunica “la decisione del sig. Grillo di revocare l’autorizzazione all’utilizzo da parte Sua del nome e del marchio del MoVimento 5 Stelle di cui egli è esclusivo titolare, invitandola a volersi astenere, per il futuro, dal qualificare la sua azione politica come riferibile al MoVimento stesso o, più in generale, come ispirata dalla persona del mio cliente”.

Il provvedimento è motivato dal fatto che Fabrizio Biolè abbia ricoperto per due volte l’incarico di consigliere comunale a Gianola in provincia di Cuneo. secondo la missiva ricevuta dal consigliere regionale: “La sua partecipazione alle consultazioni elettorali regionali nella lista del Movimento sono state viziate dalla ricorrenza di un elemento ostativo alla sua candidatura, rappresentato dall’aver già rivestito cariche elettive in due precedenti occasioni, in violazione alle regole condivise nell’ambito del Movimento”.

A fianco la lettera inviata dall’avvocato di Beppe Grillo, pubblicata sul profilo Facebook di Biolè.

Copyright © Quotidiano Piemontese. All rights reserved