M&G: azionario ancora più attraente dei bond

17 Gennaio 2019, di Alessandro Chiatto

È sempre l’azionario l’asset class su cui puntare nel 2019. Secondo gli esperti di M&G Investments, nei loro interventi durante il Multi Asset Forum nella cornice di Palazzo Reale a Milano, l’equity mantiene ancora quell’appeal e quella giusta combinazione tra valutazioni interessanti e potenzialità di crescita.

Steven Andrew (nella foto), gestore del fondo M&G (Lux) Income Allocation, nel suo intervento spiega come le sue scelte di portafoglio prediligano una esposizione bilanciata con l’obiettivo di generare un flusso di reddito sostenibile: “A livello di asset class, siamo positivi sull’azionario globale, in particolare sul Giappone, dato che le valutazioni hanno sofferto nel 2018. Per quanto riguarda l’Eurozona la view è positiva per l’equity, soprattutto per il comparto bancario che offre valutazioni molto convenienti”. Particolare attenzione sulla Brexit, ma su questo aspetto Andrew è molto chiaro: “La Brexit non esprime una posizione contro il mercato, ma considerazioni politiche. L’aspetto da non tralasciare, però, è se la Brexit aumenti o meno la probabilità di ascesa di un governo anti-capitale. Questo è un aspetto peregrino. Sono però poche le chance di un governo Labour, anche nonostante la debolezza di Theresa May”.

Meno attraente, invece, l’obbligazionario, sul quale bisognerà cercare attentamente le opportunità da cogliere in un contesto con valutazioni non esattamente a buon mercato.