Merkel: no taglio debito, rischio effetto domino

26 Agosto 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – La cancelliera tedesca Angela Merkel gioca un’altra delle sue carte elettorali; d’altronde le elezioni sono imminenti, e i contribuenti tedeschi hanno bisogno di essere rassicurati sul fatto che non continueranno a pagare per i guai del Sud Europa, in particolare per la Grecia.

Merkel dice così no ad altri “haircut”, ad altri tagli – svalutazioni – dei debiti, affermando che fenomeni del genere potrebbero alimentare un effetto domino di incertezza e allontanare gli investitori dall’Eurozona. Questo, mentre il destino di Atene sembra ormai segnato dalla richiesta, in futuro, di nuovi aiuti.

“Se vi dovesse essere necessità di un ulteriore sostegno alla Grecia, sarà nell’ordine di circa 10 miliardi”, dice il ministro delle Finanze greco Yannis Stournaras, dopo la visita ad Atene del membro del board Bce Joerg Asmussen, indorando in qualche modo la pubblica nel momento in cui afferma che la somma è “molto inferiore rispetto agli interventi precedenti”.

Dal canto suo Merkel sottolineato che i problemi del debito della Grecia e delle riforme strutturali saranno affrontati nel 2014. “Fino ad allora il paese ha ancora molto da fare e deve continuare in modo costante a rendere esecutive le proprie riforme”.