Borse: parte male la settimana. Piazza Affari cede oltre il 2%

15 Giugno 2020, di Mariangela Tessa

Parte male la settimana dei mercati finanziari sulla paura di una nuova ondata di contagi da coronavirus. A Piazza Affari l’indice Ftse Mib arretra del 2,5%. Male anche le altre borse europee, a Francoforte il Dax segna un rosso del 2,7% mentre a Parigi il Cac 40 registra una flessione del 2,52%.

Anche le principali borse asiatiche hanno terminato la prima seduta della settimana con il segno rosso. L’indice Nikkei ha lasciato oggi sul terreo il 3,5% a 21.530,95.  Male la Borsa di Seul, che registra il bilancio più pesante (l’indice Kospi ha perso il 4,76% a 2.030 punti).

Moderano le perdite, invece, le borse cinesi grazie ai buoni dati sulla produzione industriale di maggio che mostrano un prosieguo della ripresa. L’indice composito di Shanghai ha lasciato sul terreno l’ 1% a 2890,03 punti. Ancora piu’ modesta la perdita di Shenzhen che ha lasciato sul terreno lo 0,3 per cento. Nell’ultima fase degli scambi l’indice Hang Seng di Hong Kong ha ceduto l’ 1.9% a 23841,40 punti.

Le autorità cinesi hanno annunciato domenica la scoperta di una nuova fonte di contaminazione attorno a un mercato all’ingrosso a Pechino, che ha portato al confinamento di 11 aree residenziali nelle vicinanze. In particolare La Cina ha segnalato 57 nuovi casi di Covid-19 in 24 ore, il rapporto giornaliero piu’ alto nel Paese da aprile

Negli Stati Uniti, anche se l’ultimo bilancio giornaliero delle vittime è diminuito drasticamente, la crisi sanitaria rimane preoccupante. Il governatore dello Stato di New York, Andrew Cuomo, minaccia di chiudere nuovamente Manhattan e gli Hamptons, la località di mare vicino alla Grande Mela rifugio dei milionari. Cuomo usa parole dure per descrivere gli assembramenti e le migliaia di denunce per il mancato rispetto delle regole anti-coronavirus imposte dopo la riapertura.

E anche in Giappone, i timori di una seconda ondata sono forti: domenica sono stati annunciati 47 nuovi casi di infezione a Tokyo.

Attesa apertura on forte calo anche per la Borsa Usa. In mattinata i futures sulla Dow Jones Industrial Average perdono 873 punti, il che implica un calo di oltre 945 punti all’apertura del lunedì. In rosso i futures S&P 500 e Nasdaq 100 hanno indicato lunedì un calo delle aperture per i due indici.

Dow e S&P 500 hanno perso rispettivamente il 5,5% e il 4,7% la scorsa settimana,  mentre il Nasdaq ha perso il 2,3%. Tutti e tre i principali benchmark azionari hanno subito la settimana peggiore dal 20 marzo.