Mercati in trincea, UniCredit: Trump farà fine di Tsipras

27 Marzo 2017, di Daniele Chicca

Mercati azionari europei sotto pressione. In difficoltà anche dollaro Usa e petrolio. Il biglietto verde paga il fallimento di Donald Trump nella prima vera prova politica della sua presidenza. Il suo progetto di legge per riformare il programma di assistenza sanitaria Obamacare è stato accantonato dopo l’annullamento del voto alla Camera per mancanza dei voti necessari per la sua promozione. Il greggio invece sconta i timori sul fronte dell’offerta in eccesso. Le scorte americane i paesi Opec stanno valutando la possibilità di estendere l’accordo sul taglio alla produzione di petrolio anche oltre il mese di giugno.

Secondo Vasileios Gkionakis, head of global Forex strategy per UniCredit, Trump rischia di finire come Alexis Tsipras in Grecia. Il “populismo fa affidamento sulle voci” e sui grandi proclami, ha spiegato all’emittente Cnbc l’analista. Quando però un candidato che ha fatto grandi promesse viene eletto si trova spesso a dover fare i conti con la dura realtà della vita politica. Quando è salito al potere il primo ministro greco di sinistra si è ben presto reso conto che la maggior parte delle cose che proponeva in campagna elettorale non potevano essere implementate per davvero. Lo stesso sta accadendo al presidente Usa.

Lasciate qui sotto commenti, news e rumor dalle sale operative, consigli, strategie di investimento, le vostre esperienze e tutto quello che vi passa per la testa. Tutti gli aggiornamenti di borsa sul LIVE BLOG (SOTTO), con flash di notizie e grafici.

Il Liveblog è terminato

Daniele Chicca 27 Marzo 20179:23

Avvio in rosso per le principali Borse europee.

Daniele Chicca 27 Marzo 20179:24

A livello settoriale si fanno sentire in particolare i ribassi accentuati di finanziari, risorse di base e auto.

Daniele Chicca 27 Marzo 20179:25

In alcune piazze finanziarie europee i cali raggiungono l’1%.

Daniele Chicca 27 Marzo 20179:25

Tra le note positive di giornata, continua il momento positivo di Ferrari, la cui prova è una delle migliori in tutta Europa. In rosso inve Intesa SanPaolo (-0,8%). Nel Cda di domani dovrebbe affrontare la questione del piano di smaltimento di 15 miliardi di euro di sofferenze e di investimenti per 200 milioni in infrastrutture per gestire internamente i crediti problematici.

Daniele Chicca 27 Marzo 20179:28

Tra le note positive di giornata, continua il momento positivo di Ferrari, la cui prova è una delle migliori in tutta Europa dopo l’inaspettata vittoria nel primo gran premio di Formula 1 della casa di Maranello. Il pilota Sebastian Vettel si è aggiudicato la corsa di Melbourne davanti alle Mercedes del favorito Louis Hamilton e di Valtteri Bottas.

In rosso invece Intesa SanPaolo (-0,8%). Nel Cda di domani dovrebbe affrontare la questione del piano di smaltimento di 15 miliardi di euro di sofferenze e di investimenti per 200 milioni in infrastrutture per gestire internamente i crediti problematici.

Daniele Chicca 27 Marzo 20179:45

Mentre il dollaro registra il livello più basso da novembre nei confronti dello yen, l’euro approfitta della debolezza della valuta americana per portarsi sopra la soglia di 1,0845 dollari. Intanto sul mercato del reddito fisso il Btp e gli altri titoli di Stato dell’area periferica si riprendono leggermente dopo aver scontano negli ultimi giorni le tensioni politiche in vista delle elezioni francesi e del rischio di vittoria del M5S in un eventuale voto anticipato in Italia.

Daniele Chicca 27 Marzo 20179:56

Il rafforzamento dello yen ha influito negativa sulla prova della Borsa giapponese. Il paniere Nikkei 225 ha chiuso in calo del -1,44% a quota 18.985,59 punti. A 110,26 yen, il dollaro scambia vicino ai minimi di seduta rispetto alla divisa asiatica.

Daniele Chicca 27 Marzo 20179:58

Tra gli altri mercati i prezzi de petrolio cedono l’1% circa.

Daniele Chicca 27 Marzo 201710:00

Nell’ultimo segnale in ordine di tempo della paura di un rialzo dei tassi in Eurozona, per approfittare ancora per qualche mese degli interessi a prezzo di sconto, i governi degli Stati europei stanno aumentando gli ammontare di debito emesso sul mercato primario.

Daniele Chicca 27 Marzo 201710:10

Gli investimenti si stanno spostando dai mercati percepiti come rischiosi, come le Borse, a quelli ritenuti più sicuri come bond, valute e beni rifugio. I rendimenti dei Treasuries Usa decennali sono scesi al 2,35%, il livello più basso da febbraio.

Daniele Chicca 27 Marzo 201710:29

Gli analisti di Societe Generale osservano come il flop politico sulla riforma sanitaria non significa che l’agenda di Trump è destinata a essere un fallimento, ma rimane certamente “un enorme passo falso” per il presidente e il sentiment del mercato rispecchia tale percezione. Gli asset rischiosi come azioni, dollaro e prezzi delle materie prime sono in fase calante.

Daniele Chicca 27 Marzo 201710:30

Gli analisti di Societe Generale osservano come il flop politico sulla riforma sanitaria non significa che l’agenda di Trump è destinata a essere un fallimento, ma rimane certamente “un enorme passo falso” per il presidente e il sentiment del mercato rispecchia tale percezione. Gli asset rischiosi come azioni, dollaro e prezzi delle materie prime sono in fase calante. Salgono Bond, euro e yen.

Daniele Chicca 27 Marzo 201711:14

Se si vanno a guardare le performance dei future sui principali indici della Borsa Usa, si scopre che il Dow Jones potrebbe aprire con un ribasso più accentuato dello 0,6% stamattina (minimi a -140 punti).

Daniele Chicca 27 Marzo 201712:22

Si accelera la fase di cali per il petrolio, i cui prezzi sul Brent scendono anche sotto i 48 dollari al barile. Goldman Sachs sostiene che i paesi dell’Opec dovrebbero riflettere bene prima di imporre un’estensione di sei mesi dell’accordo sul taglio alla produzione di barili.

Daniele Chicca 27 Marzo 201712:24

Si accelera la fase di cali per il petrolio, i cui prezzi sul Brent scendono anche sotto i 48 dollari al barile. Goldman Sachs sostiene che l’Opec dovrebbe riflettere bene prima di imporre un’estensione di sei mesi dell’accordo sul taglio alla produzione di barili.

Daniele Chicca 27 Marzo 201712:26

I mercati europei scambiano ancora in rosso, ma l’indice paneuropeo Stoxx 600 ha ridotto le perdite negli ultimi scambi. Alcuni settori dei mercati si trovano al momento in territorio positivo, ma le risorse di base restano il peggiore comparto, appesantito dalla pioggia di vendita che si è abbattuta sui future su acciaio e il minerale di ferro in Cina.

The FTSE 100 over the last three months

Daniele Chicca 27 Marzo 201712:32

Sul Forex anche la sterlina britannica viene favorita dalla debolezza del dollaro. La divisa si è issata ai massimi dal 2 febbraio dopo la debalce repubblicana sulla legge di riforma del sistema di healthcare. Una sterlina vale 1,2590 dollari al momento, aiutata dalla ritrovata fiducia degli investitori nella sterlina nonostante l’incertezza sulla Brexit.

In settimana il governo farà ricorso all’articolo 50. Mihir Kapadia, CEO e fondatore di Sun Global Investments, dice al Guardian che gli investitori mettono in dubbio la capacità di un presidente inesperto di faccende politiche come Donald Trump di ottenere i cambiamenti e le misure desiderati a Capitol Hill. Il dollaro ha visto vanificare quasi tutti i rialzi messi a segno dall’elezione di Trump.

Daniele Chicca 27 Marzo 201712:34

Secondo gli analisti di Accendo Markets, il flop politico di Trump e partito Repubblicano sulla riforma della legge Obamacare mette a repentaglio il rally post elettorale. In Europa Borse sempre in ribasso..

Daniele Chicca 27 Marzo 201712:36

Oltre alle valute concorrenti, il calo del dollaro Usa ha aiutato anche alcuni asset denominati in dollari, in particolare l’oro, bene rifugio per eccellenza. I prezzi sono saliti ai massimi di un mese a quota 1.257 dollari l’oncia, valore che non si vedeva dal 27 febbraio.

Jiang Shu, chief analyst di Shandong Gold Group, ha spiegato a Reuters come “sembra che alcuni non siano affatto contenti del fatto che Trump non abbia mantenuto le promesse e al momento c’è uno stato d’animo molto ribassista sul dollaro Usa”.

Daniele Chicca 27 Marzo 201712:38

Gli analisti di Societe Generale osservano come il flop politico sulla riforma sanitaria non significa che l’agenda di Trump è destinata a essere un fallimento, ma rimane certamente “un enorme passo falso” per il presidente e il sentiment del mercato rispecchia tale percezione. Gli asset rischiosi come azioni, dollaro e prezzi delle materie prime sono in fase calante. Salgono Bond, euro e yen.

Daniele Chicca 27 Marzo 201712:39

I mercati europei scambiano ancora in rosso, ma l’indice paneuropeo Stoxx 600 ha ridotto le perdite negli ultimi scambi. Alcuni settori dei mercati si trovano al momento in territorio positivo, ma le risorse di base restano il peggiore comparto, appesantito dalla pioggia di vendita che si è abbattuta sui future su acciaio e il minerale di ferro in Cina. La Borsa di Londra cede quasi l’1%.

The FTSE 100 over the last three months

Daniele Chicca 27 Marzo 201712:41

I timori legati all’ondata protezionista si sono ridotti a marzo in Germania: il sentiment delle aziende ha stracciato le previsioni salendo ai massimi di 68 mesi. L’indice Ifo ha infatti toccato i livelli più alti da luglio 2011. Il sondaggio sul clima aziendale tedesco è salito a 112,3 punti dai 111,1 di febbraio.

Daniele Chicca 27 Marzo 201713:26

Si prospetta un avvio in deciso calo per Wall Street.

Daniele Chicca 27 Marzo 201715:26

Piazza Affari sui minimi di seduta nel primo pomeriggio italiani, poco prima dell’avvio degli scambi a Wall Street. L’indice Ftse Mib arretra dell’1,20% mentre il Ftse all share cede l’1,08%. Sul listino pesano le incertezze sull’amministrazione Trump dopo la retromarcia sull’Obamacare che penalizzano anche il dollaro.

Tra i titoli principali penalizzati soprattutto le banche e le società più esposte sui mercati del biglietto verde come Cnhi e Buzzi che lasciano sul terreno quasi il 3%. Resta in controtendenza la Ferrari con un progresso dell’1,65%).

Daniele Chicca 27 Marzo 201715:40

L’ottimismo nei confronti delle misure pro crescita e pro aziende di Trump sfuma sui mercati, con il dollaro ai minimi di quattro mesi e il Dow Jones che apre gli scambi in calo di circa 100 punti. Il petrolio scivola in area 50 dollari al barile sul Wti, per via dei dubbi circa la possibilità che l’Opec estenda di altri sei mesi l’accordo sui tagli alla produzione.

L’S&P 500 perde lo 0,88%, il Nasdaq lo 0,94% e il Dow lo 0,82%.

Daniele Chicca 27 Marzo 201715:41

L’ottimismo nei confronti delle misure pro crescita e pro aziende di Trump sfuma sui mercati, con il dollaro ai minimi di quattro mesi e il Dow Jones che apre gli scambi in calo di circa 100 punti. Il petrolio scivola in area 50 dollari al barile sul Wti, per via dei dubbi circa la possibilità che l’Opec estenda di altri sei mesi l’accordo sui tagli alla produzione.

L’S&P 500 perde lo 0,88%, il Nasdaq lo 0,94% e il Dow lo 0,82%. “Non penso si tratti dell’inizio di una fase di correzione pesante, ma sicuramente c’è un’inversione di tendenza nel sentiment di mercato”, dice alla CNBC Peter Cardillo, chief market economist di First Standard Financial.

Daniele Chicca 27 Marzo 201715:58

Flash dei mercati su qualche record:

– sul Forex la sterlina è sui massimi di seduta a quota $1,2615, sui livelli più alti dal 2 febbraio quando aveva toccato il picco giornaliero di 1,2707;
– Il rendimento del titolo di Stato Usa a due anni è sceso ai minimi dal 28 febbraio (1,228%), quando il tasso era scivolato in area 1,188%;
– Il contratto sul petrolio Wti sta per scendere a 47 dollari al barile (minimo di giornata $47,08): se così fosse sarebbe la prima volta dal 30 novembre quando il prezzo è calato fino a 45,22 dollari;
L’oro scambia sui massimi di giornata a quota 1,261 dollari l’oncia, il valore più elevato dal 28 febbraio, quando aveva raggiunto i 1.264,90 dollari.

Daniele Chicca 27 Marzo 201716:01

Flash dei mercati su qualche record:

– sul Forex la sterlina è sui massimi di seduta a quota $1,2615, sui livelli più alti dal 2 febbraio quando aveva toccato il picco giornaliero di 1,2707; l’80% circa dei guadagni messi a segno dal dollaro Usa se ne sono andati in fumo;
– Il rendimento del titolo di Stato Usa a due anni è sceso ai minimi dal 28 febbraio (1,228%), quando il tasso era scivolato in area 1,188%;
– Il contratto sul petrolio Wti sta per scendere a 47 dollari al barile (minimo di giornata $47,08): se così fosse sarebbe la prima volta dal 30 novembre quando il prezzo è calato fino a 45,22 dollari;
L’oro scambia sui massimi di giornata a quota 1,261 dollari l’oncia, il valore più elevato dal 28 febbraio, quando aveva raggiunto i 1.264,90 dollari.

Daniele Chicca 27 Marzo 201716:03

L’ottimismo nei confronti delle misure pro crescita e pro aziende di Trump sfuma sui mercati, con il dollaro ai minimi di quattro mesi e il Dow Jones che apre gli scambi in calo di circa 100 punti. Il petrolio scivola in area 50 dollari al barile sul Wti, per via dei dubbi circa la possibilità che l’Opec estenda di altri sei mesi l’accordo sui tagli alla produzione.

L’S&P 500 perde lo 0,88%, il Nasdaq lo 0,94% e il Dow lo 0,82%. “Non penso si tratti dell’inizio di una fase di correzione pesante, ma sicuramente c’è un’inversione di tendenza nel sentiment di mercato”, dice alla CNBC Peter Cardillo, chief market economist di First Standard Financial. Non aiuta che pr la prima volta Trump abbia dato la colpa della debacle sull’Obamacare al suo partito.

Daniele Chicca 27 Marzo 201717:02

La festa è finita per il settore finanziario in Usa. Con l’appiattimento della curva dei rendimenti obbligazionari Usa e i tassi che continuano a influire negativamente sulla redditività delle banche, la speranza degli investitori era che il comparto fosse favorito dalle misure di de-regulation e di alleggerimento fiscale promesse da Trump.

Daniele Chicca 27 Marzo 201717:06

Intanto in Grecia crescono i timori che il governo non sia in grado di ripagare i debiti dovuti a inizio aprile. La prima scadenza importante da segnarsi sul calendario è quella del 7 aprile, quando il Tesoro greco deve restituire 1,4 miliardi di euro. Senza la tranche di aiuti esterni, il governo Tsipras sarà costretto ad attingere alle riserve della banca centrale, che ha un cuscinetto di 12 miliardi di euro.

Il problema è che una decina di giorni dopo, tra il 18 e 20 aprile, il paese ha altri 2,4 miliardi da ripagare. In maggio, i soldi da rimborsare sono 1,4 miliardi (20 maggio), mentre in giugno e luglio la somma inizia a salire in maniera considerevole:

9 giugno €2 miliardi
7 luglio €2 miliardi
17/18 luglio $2,4 miliardi (inclusi 300 milioni all’Fmi)
20 luglio €3,9 miliardi (inclusi 1,5 miliardi alla Bce)
4 agosto un altro miliardo di euro

Daniele Chicca 27 Marzo 201717:33

L’azionario europeo ha ridotto le perdite nel pomeriggio facendo meglio dei listini americani, ma senza riuscire a tornare sulla parità.

Daniele Chicca 27 Marzo 201717:34

Sul valutario il cambio euro dollaro si rafforza attestandosi poco sopra quota $1,088. Il dollaro si conferma in arretramento — ai minimi da oltre 4 mesi nei confronti del paniere delle principali divise internazionali — appesantito dai dubbi sulle reali prospettive della politica fiscale annunciata dal presidente Usa Trump, soprattutto in seguito alla sconfitta della nuova amministrazione sulla legislazione sanitaria, ritirata venerdì per non incappare in una bocciatura da parte della Camera.

Daniele Chicca 27 Marzo 201717:34

Tra le materie prime, oro ai massimi di un mese e contratti sul petrolio Wti in calo a quota 47,60 dollari al barile. Il greggio è messo sotto pressione dall’incertezza circa la possibilità che i tagli alla produzione siano estesi oltre giugno per limitare l’eccesso di offerta.

Daniele Chicca 27 Marzo 201717:42

Piazza Affari chiude negativa in linea con le altre borse europee. Il FTSE Mib segna -0,32% in chiusura. In fondo al listino Buzzi (-3,65%), CNH e STM. Continua il rialzo di Ferrari dopo la brillante settimana scorsa, seguita da Recordati e Telecom Italia.

Daniele Chicca 27 Marzo 201717:43

L’Eurostoxx50 chiude a -0,24%, in un mercato appesantito dalla ventata di incertezza che arriva dagli Stati Uniti riguardo all’effettiva capacità di Trump di attuare le riforme promesse. In calo Adidas, Saint-Gobain, SAP, Siemens e CRH. In rialzo invece Iberdrola, Nokia, Vivendi e Sanofi.

Daniele Chicca 27 Marzo 201717:53

L’indice paneuropeo Eurostoxx 50 chiude a -0,24%, in un mercato appesantito dalla ventata di incertezza che arriva dagli Stati Uniti riguardo all’effettiva capacità di Trump di attuare le riforme promesse. In calo Adidas, Saint-Gobain, SAP, Siemens e CRH. In rialzo invece Iberdrola, Nokia, Vivendi e Sanofi.

A Londra Barclays ha pagato le indiscrezioni stampa circa la vendita di 1,6 miliardi di dollari di crediti subprime e “near-prime” a Credit Shop. Dopo l’articolo del Wall Street Journal, il titolo ha ceduto l’1% circa in area 224,65 penny.

Daniele Chicca 27 Marzo 201718:07

La migliore singola puntata da fare per chiudere con un profitto il 2017, secondo l’analista di Societe Generale Andrew Lapthorne, è andare contrarian rispetto a quanto avvenuto il mese prima, ossia quella che chiama “l’inversione a breve termine dei prezzi (in un mese di temopo)”, che prevede la vendita dei titoli e settori vincitori del mese precedente e l’acquisto degli asset perdenti.

Daniele Chicca 27 Marzo 201718:08

La migliore singola puntata da fare per chiudere con un profitto il 2017, secondo l’analista di Societe Generale Andrew Lapthorne, è andare contrarian rispetto a quanto avvenuto il mese prima, ossia quella che chiama “l’inversione a breve termine dei prezzi (in un mese di tempo)”, che prevede la vendita dei titoli e settori vincitori del mese precedente e l’acquisto degli asset perdenti.