Mercati, in settimana focus su banche centrali ed elezioni in Germania

20 Settembre 2021, di Massimiliano Volpe

Nella settimana che inizia lunedì 20 settembre l’attenzione degli operatori sarà focalizzata sulle riunioni di politica monetaria di numerose banche centrali tra cui spicca quella della Federal Reserve che si terrà mercoledì e le elezioni politiche della Germania del prossimo fine settimana.

Banche centrali, gli appuntamenti della settimana

Monostante i rcenti aumenti dell’inflazione gli analisti di MPS Capital Services non si attendono dalla Fed l’annuncio di un tapering, ma secondo gli esperti il governatore Powell dovrebbe confermare l’idea che un annuncio avverrà entro la fine dell’anno. Da monitorare anche l’aggiornamento della c.d. nuvola dei dots, per vedere se verrà anticipato o meno la tempistica del primo rialzo dei tassi di interesse negli Usa attualmente previsto nel 2023.

Inoltre, per la prima volta saranno pubblicate anche le stime sui tassi di interesse per il 2024, con il mercato dei futures sul Libor a 3 mesi che prezzano un rialzo e mezzo. L’inizio della settimana sarà, inoltre, condizionato dalla chiusura dei mercati cinesi e giapponesi per festività.

Riguardo alle banche centrali, oltre alla riunione della Fed, la settimana vedrà cinque importanti meeting di altre banche centrali come la Bank of Japan, la Bank of England, la svedese Riksbank, la norvegese Norges Bank e la svizzera SNB. Se giovedì da BoJ, BoE e banca centrale svizzera non dovrebbero esserci particolari novità, è atteso dal mercato anche il primo rialzo da parte della Banca centrale norvegese.

Domenica le elezioni in Germania

Sul fronte politico domenica 26 settembre si terranno le elezioni federali in Germania per decidere il successore di Angela Merkel da 16 anni alla guida della locomotiva d’Europa. Nei sondaggi è avvantaggiato il candidato del partito socialdemocratico Olaf Scholz ma la vera incognita rimane la nuova maggioranza di governo visto che la coalizione di Spd con i soli Verdi non è in grado di assicurarsi la maggioranza del 50% necessaria per governare.

In Italia il governo dovrebbe ritornare a concentrarsi sul dossier della riforma fiscale e del catasto il cui testo è atteso per fine mese. Inoltre l’esecutivo guidato da Mario Draghi dovrebbe anche definire alcuni provvedimenti per limitare il caro bollette anticipato dal ministro della transizione ecologica Cingolani.

I dati economici oltre le banche centrali

Sul fronte macro, l’attenzione sarà rivolta principalmente giovedì sulle letture preliminari di settembre degli indici PMI negli Usa e in Europa, con quest’ultimi che, secondo il consensus degli analisti, sono attesi registrare un lieve rallentamento soprattutto nella componente manifatturiera. Andamento simile è atteso venerdì dagli analisti per l’indice IFO di fiducia degli imprenditori tedeschi.

Ultime trimestrali sul fronte aziendale

Tra i principali appuntamenti sul fronte aziendale ancora numerose trimestrali tra cui spiccano i conti di Mediobanca relativi all’esercizio terminato il 30 giugno.

Martedì 21 settembre a Milano parte la settimana della moda femminile con sfilate, presentazioni ed eventi per le collezioni primavera/estate 2022.