Telecom, cinque titoli da sovrappesare in vista del 5G

2 Luglio 2019, di Mariangela Tessa

Dopo anni di declino, tra il 2019 e il 2021 i ricavi delle società di telecomunicazione torneranno a correre, fino a raddoppiare il loro valore. Ne sono convinti gli analisti di Morgan Stanley che, sulla scia di questa previsione, hanno individuato cinque titoli che dovrebbero fare scintille.

Si tratta dell’americana AT & T, della società di Hong King, HKT di Hong Kong, della canadese Telus, della brasiliana Telefónica Brasil, della spagnola Cellnex e, infine, della svedese Tele2. Su tutti i titoli spicca il rating “overweight” (sovrappesare), come dire farà meglio del mercato.

“Pensiamo che sia tempo per gli investitori di rivedere le telecomunicazioni globali”, hanno scritto gli esperti della banca d’affari in una nota.

Tra i fattori trainanti di questa crescita, è stata evidenziata la tendenza degli utenti a consumare dati ad un ritmo maggiore.

“Un utilizzo più ampio di dispositivi aggiuntivi – come orologi intelligenti e un secondo telefono cellulare per il lavoro – sta anche aumentando l’utilizzo dei dati e la crescita degli utenti” dicono gli esperti che citano tra gli altri fattori per la crescita futura il lancio del 5G – la prossima generazione di Internet mobile ad alta velocità.

A questo proposito, una ricerca diffusa oggi dagli analisti di Canalys sul mercato degli smartphone evidenzia che, alla fine del 2023, il 5G supererà l’attuale 4G per numero di dispositivi.