La politica in vetrina: è nata DEMS

10 Luglio 2017, di Giovanni Falcone

Finalmente è nata!

L’aspettavamo da tempo, una iniziativa senza precedenti che già a leggere il titolo mi vengono i brividi: “Democrazia & Società”. Sembra essere tornati all’epoca dei “carbonari”, quando bisognava abbattere il potere costituito, la dittatura e quindi serviva un movimento democratico che abbracciasse le esigenze della società civile.

E’ questa una idea del nostro fervente ed autentico combattente Ministro di Grazia e Giustizia – al secolo Andrea ORLANDO – si, proprio lui, quello che è appena uscito da una batosta alle recenti Primarie del Partito democratico con un consenso di appena il 20% scarso: lo hanno votato solo i parenti, il condominio in cui risiede e qualche parlamentare di lungo corso, come Re Giorgio e già Presidente della Repubblica – al secolo Giorgio NAPOLITANO.

Mi chiedo: come abbiamo fatto a farne a meno di una corrente all’interno del Partito democratico di questa portata e con un nome così altisonante: “Democrazia & Società”.

Cose grosse, verrebbe da dire, cose mai viste e che eravamo tutti entusiasti di vedere all’opera e con un Ministro così giovane, con tante idee e poco tempo da dedicare al suo Ministero, ne vedremo delle belle.

Sono personalmente convinto che sarà una sorpresa continua che, senza naturalmente parlare di politica – questo non lo ha mai fatto – ricomincerà con il solito ritornello che lui non “alza ponti ma costruisce muri”, il Dalai LAMA nostrano del terzo millennio.

ORLANDO, è un grande ed io l’ho sempre detto, ogni volta che lo sento mi prende il sonno ma questo è un altro problema, con la politica non c’entra, perché lui è un’altra cosa: “Democrazia & Società” per l’appunto!

Adesso dobbiamo attendere qualche giorno, diamo tempo alla neonata corrente di capire dove ci troviamo con un Partito democratico che cerca di Governare, risolvere i problemi dell’Italia, formulare proposte all’Europa e una Sinistra Assortita Italiana fatta di sterpaglie e cespugli che vive alla giornata, aggrappata alla poltrona.

Dove si collocherà questa nuova corrente che aspettavamo da tempo non abbiamo grossi dubbi e il nostro Ministro ce lo dirà subito, forse già domani.

Abbiate pazienza, ancora qualche giorno o forse soltanto qualche ora.

Intanto festeggiamo la sua nascita: Lunga vita alla corrente “Democrazia & Società”!